Planet Nine, l’explorer secondo Admiral

17 gennaio 2018
Planet Nine, l’explorer secondo Admiral
Si chiama Planet Nine, l’explorer proposto da Admiral del gruppo The Italian Sea Group.
Lungo i 75m ospita anche un helipad per accogliere un elicottero Agusta Grande con heli hangar sottostante e stazione di rifornimento carburante

Gli interni richiamano i sapori classici e le atmosfere eleganti tipiche dei panfili di altri tempi, ma con un tocco di sobria modernità. Si è voluto riprodurre la comodità e l’intimità di una casa per vivere gli spazi a bordo per buona parte dell’anno.

Il ponte principale è dedicato all’armatore con una suite di oltre 300 mq divisa in due zone distinte: verso poppa la cabina principale, verso prua la zona lounge e una seconda cabina.
Sempre sul main deck, ma con accesso esclusivo dal ponte superiore, troviamo una theater room attrezzata con un maxischermo da 119”.

Planet Nine, l’explorer secondo Admiral

Il ponte superiore è dedicato agli ospiti con un’observatory lounge panoramica a prua.
Sul ponte inferiore si sviluppano le 5 cabine ospiti e una cabina per lo staff. Si ha inoltre accesso diretto al beach club ed alla spa dotata di terrazza.

Il quarto ponte ospita invece la timoneria ed una cabina vip nella parte poppiera.
I ponti sono collegati da due ascensori, uno per l’equipaggio che collega l’underlower deck all’upper deck, dove è presente la cucina, e l’altro dedicato agli ospiti che collega il lower deck al sundeck.

A bordo due tender Rupert Marine 32’ con doppia motorizzazione nella zona poppiera del main deck.

Lo yacht è dotato di un helipad progettato per accogliere un elicottero “Agusta Grande” con heli hangar sottostante e stazione di rifornimento carburante, cabina e un ufficio per l’elicotterista di bordo, tale caratteristica è unica considerando yacht di tali dimensioni.

Lo yacht sarà classificato Llyod’s Register EMEA ID ICE – CLASS.

Planet Nine, l’explorer secondo Admiral
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta