In catamarano: mollare gli ormeggi

25 June 2015
In catamarano: mollare gli ormeggi
Prima di armare tutte le vele e prendere il largo bisogna agire con prudenza e in sicurezza per evitare danni. Vediamo come procedere

In catamarano: mollare gli ormeggi

1.  Identificare i pericoli, gli eventuali ostacoli e le condizioni (marea, correnti e vento) ed elaborare la strategia. Ricordatevi che la corrente al traverso ruota la barca.

2. Per scendere passate dalla spiaggetta di poppa piuttosto che saltare dai passavanti che nei catamarani sono alti e quindi pericolosi.

3. Per proteggere lo scafo disponete dei grandi parabordi nelle zone più a rischio in base alla manovra che volete effettuare. È consigliabile liberare prima la poppa, ma valutate

di volta in volta.

4. Ricordatevi di sfilare la presa in banchina dell’elettricità e dell’acqua. Sembra banale, ma molti spesso se ne dimenticano.

5. Appena recuperate le cime a bordo sistematele e liberate le spiaggette per evitate che le cime cadano in acqua e si incastrino nelle eliche. Situazione piuttosto frequente.

6. Motore. Accendetelo e verificate che il rumore sia regolare e che dagli scarichi fuoriesca acqua.

7.  Smollate le cime e assicuratevi che siano a doppio filo per poterle recuperare velocemente.

8. Appena vi siete allontanati dal pontile date subito gas per evitare di essere spinti nuovamente contro la banchina.

9. Finalmente siete partiti, riponete i parabordi nei gavoni per liberare i passavanti.

10. Navigate con motore acceso fino a quanto la randa non sarà completamente issata e regolata.

11. Evitate di utilizzare il pilota automatico vicino agli ingressi dei porti o se ci sono molte barche intorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta