x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

La Coppa America si correrà a Bermuda

3 dicembre 2014
Alberto Mariotti
  • Salva
  • Condividi
  • 1/17
    La prossima America’s Cup si svolgerà nel mese di giugno 2017 a Bermuda, paradiso fiscale e territorio d’oltremare britannico. Circa trecento isole coralline, venti delle quali abitate da circa 65.000 persone...

    La coppa america si correrà a bermuda

     

    La prossima America’s Cup si svolgerà nel mese di giugno a Bermuda, paradiso fiscale e territorio d’oltremare britannico. Circa trecento isole coralline, venti delle quali abitate da circa 65.000 persone. La notizia non è del tutto inaspettata. Nei mesi precedenti si era parlato molto del vantaggio che Bermuda aveva su San Diego negli Stati Uniti (che l’aveva già ospitata nel 1988, 1992 e 1995), l’altra località rimasta in lizza dopo che man mano tutte le altre erano state eliminate.

     

    Per la prima volta nella storia, un defender americano ha deciso, in modo autonomo e non per necessità, di difendere la Coppa al di fuori degli Stati Uniti. Una situazione simile si era già verificata nel 2007 e nel 2010, quando Alinghi decise di difendere la Coppa a Valencia, in Spagna. Ma in quell’occasione, evidentemente, non esistevano alternative per il team svizzero di Ernesto Bertarelli.

     

    Le malelingue sostengono che uno dei motivi principali che hanno spinto gli americani a scegliere Bermuda, sia proprio il regime fiscale molto leggero. Russell Coutts, ovviamente, nega. Suggerisce invece che la principale preoccupazione sia stata quella di trovare una località perfetta per il “timing” delle televisioni in Europa. Bermuda è infatti molto più vicina all’Europa di quanto non fosse San Diego o altre località lungo la costa ovest degli Stati Uniti. Questo dovrebbe favorire l’interesse di pubblico e sponsor europei, visto che al momento i cinque sfidanti confermati provengono tutti dal Vecchio Continente. Altro fattore importante per la scelta, è stato ovviamente quello delle condizioni meteo marine, definite “praticamente perfette” dal premier delle Bermuda Michael Dunkley.

     

    Da notare che la conferenza stampa di martedì 2 dicembre si è svolta a New York e non nella sede del Golden Gate Yacht Club, base del team americano di Larry Ellison.

     

    Ora, finalmente, i cinque team che hanno ufficializzato la partecipazione possono iniziare la delicata fase di ricerca degli sponsor: Artemis Racing, Ben Ainslie Racing, Emirates Team New Zealand, Luna Rossa e Team France. L’organizzazione parla in modo generico anche di altri due team potenzialmente molto interessati.

     

    Nel 2017 i team regateranno a bordo di catamarani AC62, dieci piedi più piccoli degli AC72 usati a San Francisco per l’ultima edizione. Avranno sempre l’ala rigida e saranno capaci di volare a velocità prossime ai 50 nodi. Le regate inizieranno con le America’s Cup Qualifiers, per le quali saranno assegnati punti durante le AC World Series del 2015 e 2016. I migliori team si qualificheranno quindi per gli  America’s Cup Challenger Playoffs e quindi per il diritto di sfidare Oracle nelle finali di America’s Cup nel giugno del 2017.

     

    AC World Series

    Primo evento, da confermare - 5-7 giugno 2015
    Portsmouth, Great Britain - 23-26 luglio, 2015
    Gothenburg, Sweden - 28-30 agosto, 2015
    Hamilton, Bermuda - 16-18 ottobre, 2015

    Nel 2016 ci saranno altri quattro o sei eventi. 

     

    http://www.americascup.com/

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta