Azimut 72 Fly

30 aprile 2017
  • Salva
  • Condividi
  • 1/7
    È il primo fly con la sovrastruttura di carbonio. Ha quattro cabine e altrettanti bagni, con due motori Man V12 da 1.400 cv vola a oltre 32 nodi

    Azimut 72 fly

    Dislocamento tipico di un 70 piedi - 41,40 tonnellate a barca vuota, 53 a pieno carico -, volumi e altezze di uno yacht di taglia maggiore, 22 metri di lunghezza.
    Qual è il segreto della formula? Il carbonio puro utilizzato per la costruzione della sovrastruttura permette di ridurre di circa il 30% il peso rispetto alla tradizionale costruzione in vetroresina. Un investimento che ha permesso di disegnare ambienti dagli spazi maggiori, senza perdere in peso e di conseguenza in prestazioni.
    Nella nostra prova, con vento teso e mare mosso, abbiamo toccato i 32,5 nodi di massima senza alcuna difficoltà.
    Al 72 è seguito il 66 (di cui trovate la recensione nel servizio dedicato al salone di Düsseldorf da pagina 26), che ricalca il medesimo approccio costruttivo con utilizzo di carbonio.
    Una rivoluzione per Azimut Benetti Group, che continua a essere il primo costruttore al mondo di yachts oltre 24 metri.
    Non solo, sempre in occasione del salone tedesco il cantiere ha dichiarato che il fatturato degli ultimi tre anni è aumentato del 23 per cento e ha annunciato l’arrivo, nei prossimi tre anni, di ben quattordici nuovi modelli nelle cinque collezioni: Flybridge, S, Magellano, Atlantis e Grande.

    Dati
    Lunghezza f.t. m 22,64
    Lunghezza scafo m 22,07
    Lunghezza al gall. m 17,90
    Larghezza m 5,60
    Pescaggio max m 1,82
    Dislocamento pieno carico t 53
    Serbatoio acqua lt 1.100
    Serbatoio carburante lt 5.200
    Motori  Man V12 1.400 cv
    Omolog. CE categoria A/16
    Progetto Design esterni & concept: Stefano Righini - Design interni: Carlo Galeazzi - carena: Studio P.L.A.N.A. & Azimut Yachts
    www.azimutyachts.com

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta