x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Luna Rossa si presenta

12 giugno 2014
Alberto Mariotti
Luna Rossa si presenta
Luna Rossa ha presentato il team con cui parteciperà alla XXXV America’s Cup con i colori del Circolo della Vela Sicilia. Lo skipper del team capitanato da Patrizio Bertelli è per la seconda volta di fila Max Sirena...

Luna rossa si presenta

 

Luna Rossa ha presentato il team con cui parteciperà alla XXXV America’s Cup con i colori del Circolo della Vela Sicilia. Lo skipper del team capitanato da Patrizio Bertelli è per la seconda volta di fila Max Sirena, vincitore dell’edizione 2010 della Coppa con Oracle. Con Luna Rossa aveva già partecipato alle sfide nel 2000, 2003 e 2007. Max non è l’unico “titolato” del team, oltre a Matteo Plazi (Oracle 2010) ci sono anche tre freschi vincitori dell’ultima Coppa con gli americani: Gilberto Nobili, Shannon Falcone e Simon Tienpont. Nel design team entra a far parte lo spagnolo Marcelino Botin, alla prima volta con il team italiano. Del design team entrano a far parte anche due ex-Oracle: Mario Caponnetto e Michele Stroligo.

 

Attraverso il sito ufficiale del team, Patrizio Bertelli ha detto che “abbiamo sempre considerato la 34^ America’s Cup come una preparazione all’edizione successiva: essere nel circuito per non perdere la continuità e porre le basi per un team competitivo su una nuova classe di imbarcazioni. Nel 2013 per la terza volta abbiamo raggiunto la finale della Louis Vuitton Cup, centrando l’obiettivo che ci eravamo prefissi quando avevamo lanciato la sfida, un anno e mezzo dopo gli altri challenger e unico team a regatare con una barca di prima generazione”. Sulla nuove regole di classe Bertelli sostiene che “non ho mai avuto nulla contro i catamarani in sé. Credo inoltre che, grazie anche all’incredibile finale della scorsa America’s Cup, i catamarani siano riusciti ad attirare l’attenzione degli appassionati e a far cambiare idea a molti scettici. Rimangono comunque barche complesse, costose e difficili da gestire sia in mare che a terra. Uno degli aspetti che più mi appassiona della Coppa America è la progettazione e la continua ricerca dell’intuizione vincente; in questo senso la nuova regola di classe è senza dubbio stimolante”. 

Per lo skipper Max Sirena “è fondamentale partire il prima possibile sfruttando al meglio il regolamento. Bisogna cercare di giocare d’anticipo: sono necessari talento, intuizione e ricerca dell’innovazione. Servono dei velisti forti ma ancora più importante è progettare una barca veloce. Nel nuovo team abbiamo mantenuto il nucleo principale, completandolo con alcune figure professionali necessarie per questo tipo di imbarcazioni. Ci sono quindi alcune novità in tutti i campi: tra i velisti, nello shore team ma soprattutto nel gruppo dei progettisti che è stato notevolmente rinforzato. Nelle mie scelte, che ho sempre condiviso con Patrizio Bertelli, ho cercato il talento e la disponibilità ad anteporre gli interessi del gruppo a quelli personali: la Coppa America di Luna Rossa è un gioco di squadra e non c’è posto per le “primedonne””. 

 

http://www.lunarossachallenge.com/

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta