x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Manutenzione del gommone

21 agosto 2015
Manutenzione del gommone
È proprio a bordo del vostro battello che si scatena il fai da te più sfrenato, ma a volte è meglio affidarsi a un tecnico. Vediamo quando

Manutenzione del gommone

Il primo passo è procedere a un’accurata pulizia di tubolari e carena. Lavoro inutile direte: dopo aver fatto tutte le manutenzioni, il gommone sarà nuovamente sporco. Questo è vero, ma non c’è niente di meglio che passare metro per metro con una pezza bagnata il nostro gommone per renderci conto di cosa ci sia da fare, dei piccoli danni e lesioni che la precedente stagione ci ha lasciato in eredità e di stabilire le priorità di lavoro da seguire.

Inoltre, molti interventi possono essere eseguiti solo su superfici ben pulite e sgrassate, quindi tanto vale toglierci subito la pena. Cominciamo quindi con un’approfondita pulizia con prodotti specifici, sapone sgrassante per i tubolari, sapone più aggressivo per le parti in vetroresina e una piccola idropulitrice.

 

Nel numero di Vela e Motore aprile 2015 trovi anche:

Carrello, i controlli almeno una volta all’anno

Controllo delle valvole

I problemi della vetroresina

Impianti sempre in ordine

Cuscini e prendisole

Attrezzatura da ormeggio

Cesta per cima

Batteria

Pompe di sentina

Kit ancoraggio

Antivegetativa

Lavaggio cime

Impianto elettrico

Copertira del motore

 

Richiedi gli arretrati di Vela e Motore al numero 0238085402

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta