Nautitech 40 Open, il catamarano per navigare veloce

10 marzo 2015
Nautitech 40 Open, il catamarano per navigare veloce
Dedicato a uscite giornaliere e lunghe crociere con equipaggio ridotto, il catamarano offre qualità veliche di tutto rispetto e spazi vivibili sfruttati bene. Sottocoperta versione a tre o quattro cabine

Un catamarano per la crociera pura che riesce a coniugare il piacere della navigazione con interni spaziosi e ben rifiniti, senza eccedere con grandi e pesanti sovrastrutture. Mette in gioco qualità nautiche da riferimento, regalando al timone la sensibilità e la reattività necessarie a chi ama divertirsi nelle regolazioni e nel ricercare le massime prestazioni.

Lo studio di Marc Lombard è riuscito a creare geometrie valide con linee d’acqua filanti, che hanno permesso buoni volumi interni grazie ai larghi redane; in più, le robuste derive fisse hanno dimostrato, nonostante un pescaggio ridotto, di essere efficaci anche nelle andature di bolina. Diverse le soluzioni estetiche riuscite: dalle prue con caduta prodiera reclinata verso poppa alla sovrastruttura filante. Costruito interamente in infusione, ha un dislocamento contenuto e un piano velico potente.

INTERNI

Il top rigido della sovrastruttura, che si allunga fino a coprire il pozzetto, crea una forte continuità fra interno ed esterno della deck house, dando la percezione di ambienti ancora più grandi. Nonostante i volumi chiusi della sovrastruttura siano meno generosi di quelli delle concorrenti, la fruibilità generale degli spazi è eccellente.

L’area dedicata alla navigazione condivide le sedute e il tavolo con il quadrato interno, mentre la vera e propria zona conviviale è quella a poppa della porta scorrevole, nel pozzetto. Coperto dal tetto rigido, può essere chiuso creando un ambiente grande, in cui sono anche previste bocchette per il riscaldamento. Un simile layout premia la cucina, ideale per lunghe permanenze a bordo.

Due gli allestimenti proposti: da tre cabine con uno dei due scafi riservato all’armatore, fino a una configurazione che si presta anche a un impiego per il charter, e che prevede quattro cabine e due bagni, con ulteriori due cuccette a prua per l’equipaggio.

Le altezze in tutti gli ambienti sono ai vertici della categoria, ampia anche la possibilità di stivaggio in generale; si apprezza la luminosità degli ambienti garantita dalle lunghe finestre a murata parzialmente apribili.

I redane a scafo permettono di avere un’opera viva dalle linee filanti pur mantenendo interni larghi, tanto da offrire bagni vivibili e con box doccia separato, sia nella versione con quattro cabine sia in quella con tre. Si apprezza l’arredo semplice, ma funzionale, caratterizzato da finiture curate anche nel dettaglio, con assemblaggi privi di sbavature.

IN NAVIGAZIONE

Con un’onda bassa, ma ripida e vento fra gli 8 e i 10 nodi, il Nautitech 40 ha dato prova di agilità in tutte le andature, dimostrandosi uno dei migliori veleggiatori della categoria. Pur avendo un beccheggio poco frenato nella navigazione a motore, appena issate le vele si stabilizza anche sul rollio, iniziando a correre con decisione, mantenendo un passo morbido e offrendo al timoniere una sensibilità e una capacità di rispondere ai comandi insolita per un multiscafo da crociera.

Le due timonerie sono morbide e reattive, merito delle pale efficienti e di un sistema di frenelli e rinvii rigidi congeniato con cura. Abbiamo risalito il vento stringendo angoli al reale di 45° mantenendo velocità interessanti nonostante le due derive fisse non siano molto allungate.

Piccoli incrementi di vento si traducono in aumenti di velocità anche sensibili, le virate sono facili grazie al fiocco autovirante. Le due timonerie sono alle estremità degli scafi e offrono una vista su prua e vele eccellente, la comunicazione con il pozzetto è diretta, si è protetti da vento e mare, le manovre sono a portata, anche se ci pare necessario investire sul winch di scotta a sinistra sulla traversa di poppa, offerto solamente in opzione.

Le due poppe attrezzate permettono una comoda e ampia discesa a mare; allo stesso modo abbiamo apprezzato le gruette per sollevare il tender, semplici e funzionali.

A prua rimane un’area prendisole alta sull’acqua, dalla superficie adeguata e priva di intralci; sulla parte frontale della traversa centrale sono ricavati due profondi gavoni in cui sono stivabili i parabordi.

Prezzo di listino € 362.279 Iva inclusa franco cantiere con 2 Yanmar 3YM20.

Prezzo alla boa € 453.834 Iva inclusa franco cantiere.

E’ calcolato aggiungendo al prezzo di listino solo alcuni ACCESSORI NECESSARI Pack Blue Water (include: motori 30 cv, eliche 3 pale abbattibil, frigo addizionale 60 lt, ventilatori 12 V in cabine e salone, gruette, aggiornamento impianto elettrico, AIS + radar e Vhf, stereo Fusion 50 con altoparlatni dentro e fuori, pannelli solari 4 x 100 W, randa in dacron a testa quadra, gennaker e attrezzatura, zattera salvataggio cat A 10 persone, pompa acqua di mare in cucina, wc elettrico, dinghy Caribe 3,1m + motore Fb 10 cv, winch elettrico Harken in pozzetto) € 88.502 Chiusura pozzetto € 3.053 Spese di varo e trasporto escluse Costi di gestione (Indicativi, annuali, Iva inc.) Posto barca Liguria/Tirreno Sud/Adriatico € 22.000/10.000/6.000 Tagliando motori € 500 Antivegetativa € 1.200 Assicurazione n.d.

* E’ possibile effettuare un preventivo personalizzato sul sito internet www.24hassistance.com

I dati

Lunghezza f.t. m 11,98Lungheza al gall m 11,94

Larghezza m 6,91

Pescaggio m 1,35

Dislocamento kg 7.800

Serbatoio acqua lt 430

Serbatoio carburante lt 430

Motori 2 x Yanmar 3YM20

potenza cv 21 a 3.400 rpm

Omolog. CE categoria A

Progetto Marc Lombard

www.nautitech.fr

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tags

Sposta