R-30 Daysailer, leggi la prova

13 maggio 2017
  • Salva
  • Condividi
  • 1/5
    Veloce e divertente, agile e carrellabile, è una barca in lamellare e compensato con chiglia retrattile e ruota senza raggi. Un progetto che apre nuovi orizzonti a persone con difficoltà motorie. Ha vinto il Premio Barca dell'Anno 2016

    R-30 daysailer, leggi la prova

    Càpita. Il nome della barca è ispirato all’omonimo libro di Gina Lagorio e ha il potere di raccontare, in appena una parola, la filosofia con cui è stata progettata e costruita. Uberto Rasini è il suo armatore, e a lui è capitato, appunto, di contrarre una rara malattia che lo ha costretto su una sedia a rotelle. Succede, ma si va avanti. 
    Ed è per questo che ha voluto l’R-30 con tutte le sue forze e l’ha voluta “normale”: una barca in cui lui e i suoi amici nelle stesse condizioni potessero muoversi liberamente senza però penalizzarne il look e le funzioni. «Volevo una barca vuota - racconta Rasini - per poter girare senza problemi, e non volevo che somigliasse a un modello per persone diversamente abili. R-30 è utile anche per i normodotati, ha quindi un doppio uso: il mio è portare in giro gli amici».
     
    In navigazione
    Fulcro del progetto è la ruota di carbonio senza raggi, un’idea che ricorda quella che anni fa Renzo Piano usò per Kirribilli, ma su basi tecniche diverse. 
    «Qui l’esigenza - spiega Comuzzi - era non perdere sensibilità al timone. Sottocoperta c’è una seconda ruota in alluminio e dello stesso diametro, ma posta in orizzontale.
    Entrambe hanno una coppia di scanalature nelle quali passano due circuiti di frenelli (cavi in tessile che collegano pala e ruota del timone, n.d.r.) che trasmettono con fedeltà i movimenti del timoniere all’asse della pala e viceversa. Abbiamo scelto una carena che privilegia la stabilità, direi da lago, con profili svasati a prua per navigare bene con arie leggere e poca onda. Volevamo far provare a Uberto le sensazioni che avrebbe sentito al timone di una barca come prima della malattia, non ci interessava il mezzo nodo di velocità in più». 
    La barca pesa 2.300 kg e ha deriva mobile a baionetta da 700 kg (la lama pesa 100 kg, il bulbo 600). Navighiamo con randa e fiocco e un’aria da nord sui 6/7 nodi, la nostra velocità varia tra i 5 e i 5,5 nodi mentre issando il Code 0 ci avviciniamo a quella del vento. La barca è pronta e reattiva, accelera subito ed è molto divertente, anche perché non si perde mai la sensazione di sicurezza necessaria su un mezzo del genere.
     
    Indirizzo
    R-30 Daysailer, tel. 335 1301464; francesco.r30daysailer@gmail.com
    https://it-it.facebook.com/R30Daysailer/ 
     
    I dati
    Lunghezza f.t. m 9,50 
    Larghezza m 2,50 
    Pescaggio m 1,60 - 2,20 
    Dislocamento/zavorra kg 2.300/700
    Sup. velica randa/fiocco/Code 0/Gennaker mq 30,2/20,3/48/78
    Motore Lombardini 502 Sd 13 cv
    Progetto Alessandro Comuzzi
     
    Prezzo di listino € 80.000
    Iva esclusa f.co cantiere con motore Lombardini 13 cv.
     
    Prezzo alla boa € 119.211
    Iva inclusa franco cantiere con alcuni
    accessori consigliati
    piano basculante timoniere E 4.831, maggiorazione deriva mobile E 8.897
    selle trasporto carrello E 2.415
    rollafiocco Bartels E 1.291
    Battcarsystem Harken E 1.785
    scotte e drizze E 1.832
    bussola E 141
    serbatoio acqua (50 lt) + autoclave E 419

     

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta