Torna in Italia il Mondiale di Off Shore Classe 1

1 October 2009
Torna in Italia il Mondiale di Off Shore Classe 1
Dopo quasi 20 anni torna in Italia il Campionato Mondiale OffShore Classe Uno. Dal 2 al 4 ottobre, a Stresa sul Lago Maggiore. Otto imbarcazioni della lunghezza di 13,14 metri e larghezza di 3,5 metri, spinte da motori di 8,2 litri di cilindrata si daranno battaglia intorno alle Isole Borromee. Il circuito di gara, della lunghezza di 4,5 miglia, circumnavigherà Isola Bella e Isola dei Pescatori per raggiungere quindi l’ Isola Madre. Nel tratto rettilineo del circui...

Torna in italia il mondiale di off shore classe 1

Dopo quasi 20 anni torna in Italia il Campionato Mondiale OffShore Classe Uno. Dal 2 al 4 ottobre, a Stresa sul Lago Maggiore. Otto imbarcazioni della lunghezza di 13,14 metri e larghezza di 3,5 metri, spinte da motori di 8,2 litri di cilindrata si daranno battaglia intorno alle Isole Borromee. Il circuito di gara, della lunghezza di 4,5 miglia, circumnavigherà Isola Bella e Isola dei Pescatori per raggiungere quindi l’ Isola Madre. Nel tratto rettilineo del circuito queste imbarcazioni, del peso di circa 5 tonnellate e i cui motori sviluppano 800/900 cavalli, è previsto possano raggiungere, prima della virata, le 160 miglia orarie, pari a circa 250 chilometri orari. La tre giorni vedrà il venerdì le verifiche tecniche e quindi sabato e domenica le due gare di diversa durata. Una di rievocazione storica: il 6 settembre 1903, nelle acque antistanti Stresa si svolse la prima gara di motonautica della storia italiana. «Crediamo e speriamo che questo evento possa diventare per Stresa quello che è per Montecarlo il Gran Premio di Formula 1» ha detto Fulvio Maria Ballabio, Promoter ufficiale della tappa italiana del mondiale. L'idea ritorno di questa importante competizione in Italia nasce da Fulvio Maria Ballabio, grandissimo ex pilota di questo sport; un'idea che trova l'appoggio e la collaborazione dei Cantieri Nautici di Stresa e di Montecarlo Automotive Group. Fulvio Maria Ballabio è stato il primo pilota a vincere un campionato europeao in mare con un catamarano, dando il via a uno storico cambiamento della politica del campionato Offshore che vede l’abbandono dei monocarena. Unico pilota che può vantare la vittoria in prima uscita sia come driver, che come trottleman. Viareggio Bastia 1986, con Antonio Gioffredi e il Gp Lavagna Portofino 1987. In occasione di queste giornate di festa dedicate ai motori, verrà presentato in anteprima mondiale lo Stresa 60”, primo penta motore fuoribordo. Gli organizzatori hanno affiancato a questa manifestazione altri due eventi correlati e di altissimo prestigio, sia per le finalità che per i protagonisti. Il primo è Raid Motonautico in onore di Clay Regazzoni guidata dal figlio Gian Maria, che partendo da Ascona in Canton Ticino arriverà sulle sponde italiane del Lago Maggiore. La seconda manifestazione è il Montecarlo Offshorse Celebrity Challenge. Una competizione motonautica di piccole imbarcazioni, condotte da grandi personaggi del mondo sportivo, le imbarcazioni utilizzate hanno motori quattro tempi che la Federazione Italiana Motonautica sta già utilizzando con carburanti a forte percentuale di bioetanolo, vegetale e no food.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta