Vola la nautica italiana

16 May 2018
Vola la nautica italiana
Con un’incoraggiante crescita del 14 per cento nel 2017 la cantieristica del nostro Paese continua il suo percorso di ripresa e anche per l’anno in corso le stime sono a doppia cifra. Incoraggianti le performance del mercato interno

Questo il quadro emerso dai dati del Market Monitor di Nautica Italiana in collaborazione con Deloitte al Versilia Yachting Rendez-Vous.

Nel 2017, nostro Paese il valore della produzione della cantieristica si è attestato sui 2,3 miliardi di euro, con una crescita del 14 per cento rispetto all’anno precedente, a fronte di un aumento del 3 per cento della produzione industriale italiana nel suo complesso.

«Il Boating market monitor - ha dichiarato Luca Petroni, chairman di Deloitte Financial Advisory Italy - conferma la crescita del mercato della nautica anche per il 2017, con un aumento del valore della produzione di nuove unità del 14 per cento, in linea con quanto previsto durante il Monaco Yacht Show 2017. Di grande importanza per il mercato è l’incremento della domanda interna che raggiunge il livello più alto dal 2012».

«La cantieristica - ha continuato Tommaso Nastasi, partner del Business Advisory & Value Creation Service di Deloitte FA Italy - ha registrato un’ulteriore crescita di circa il 9 per cento nel primo trimestre del 2018, con un aumento atteso per il 2018 pari al 12-15 per cento».

Il contributo maggiore giunge dalle barche entro bordo con 2 miliardi di euro, pari all’86,2 per cento del valore della produzione nel suo complesso. La crescita più significativa riguarda invece la produzione di barche a vela, aumentata del 23,5 per cento e attestatasi intorno ai 200 milioni di euro.

Nel 2017 l’Europa rimane il mercato più importante con una percentuale relativa alle esportazioni pari al 38,3 per cento, seguita da America del Sud e Centrale (22,3 per cento) e dal Nord America (18,1 per cento).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta