Volvo Ocean Race, disperso in mare l'inglese John Fisher

27 March 2018
Volvo Ocean Race, disperso in mare l'inglese John Fisher
L’inglese John Fisher, membro di Team Sun Hung Kai/Scallywag è stato dichiarato disperso dopo essere caduto in mare a 1.400 miglia a ovest di Capo Horn durante la settima tappa della Volvo Ocean Race

L’incubo peggiore di ogni velista si è purtroppo avverato: l’inglese John Fisher, membro di Team Sun Hung Kai/Scallywag è stato dichiarato disperso dopo essere caduto in mare a 1.400 miglia a ovest di Capo Horn durante la settima tappa della Volvo Ocean Race, quella che passa appunto da Capo Horn e quindi considerata come la più dura, e anche affascinante, di tutto il giro del mondo.

L’incidente è avvenuto lunedì 26 marzo alle ore 13.42 UTC (le 15.42 ora italiana) e il team, insieme al Maritime Rescue Coordination Centre (MRCC) ha condotto un’operazione di ricerca per trovare il velista che indossava l’equipaggiamento di sopravvivenza. Al momento dell’incidente il vento nella zona era di circa 35 nodi di intensità, con una temperatura dell’acqua di 9 gradi centigradi, mare molto formato e meteo segnalato in peggioramento.

A causa delle condizioni di tempesta non è stato ritenuto opportuno inviare nella zona nessuno degli altri sei partecipanti alla Volvo Ocean Race, che si trovavano ad almeno 200 miglia più a est e sottovento a Sun Hung Kai/Scallywag per collaborare alle operazioni di ricerca. Il MRCC ha invece identificato una nave a circa 400 miglia di distanza che è stata dirottata sul posto.

Dopo molte ore di ricerche senza frutto e meteo in peggioramento Team Sun Hung Kai/Scallywag ha preso la difficile decisione di fare rotta verso il Sud America per mettere la sicuro equipaggio e barca.

Altri aggiornamenti appena possibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta