20 November 2017

Gallery foto: Amel 50, una barca per l'oceano

Una barca di 15 metri per girare il mondo. Impianti, costruzione e sicurezza sono di altissima qualità. Layout fisso a tre cabine, in coperta spicca la postazione di guida super accessoriata
  • Salva
  • Condividi
  • 1/16

    Navighiamo a largo di La Rochelle, il vento è leggero, fa caldo e brilla il sole: condizioni perfette, ma a bordo di una barca del genere, che sa di Atlantico solo a citarla, avremmo preferito una navigazione più movimentata.

    Nominato in categoria Luxury Cruiser dell’European Yacht of the Year, l’Amel 50 è il terzo modello della flotta, una barca che scala su misure più gestibili le doti delle sorelle maggiori da 55 e 64 piedi, entrambe armate a ketch. Come sottolinea il progettista Olivier Racoupeau: «lo sviluppo di dotazioni tecniche come gli avvolgitori motorizzati permettono di manovrare uno sloop di 50 piedi in modo più facile e oggi l’armo a ketch non è più necessario su una barca di queste dimensioni».

    Il 50 è una barca “proprietarie”, ha solo tre cabine e un layout fisso che esalta spazi e comfort. In coperta non è previsto il teak, neanche come optional, al suo posto un ponte stampato con un processo brevettato che non richiede alcuna manutenzione.

    Anche questo 50 è progettato per navigare in giro per il mondo senza pensieri e in ogni condizione meteo. Il Dna è, infatti, simile a quello del 55 e 64, ma grazie a una lunghezza e al pescaggio inferiori l’accesso a porti, marine e baie è ancora più semplice.

    Non perdere la prova nel numero di Vela e Motore di dicembre / gennaio 2018

    Tags

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultime prove