Amer 94 Twin, leggera e robusta

Frutto di un investimento importante nella ricerca del risparmio di peso, il nuovo 94 piedi del Gruppo Permare svetta per i consumi limitati anche alla massima potenza e per un'autonomia che, in dislocamento, arriva a 1.600 miglia

La stagione 2018 vede il debutto di un nuovo 94 piedi che ha una lunghezza fuori tutto di 28,65 metri e una lunghezza scafo di 23,96 metri, che consente l'omologazione CE come imbarcazione da diporto.
È frutto dell'analisi approfondita portata avanti dal cantiere della famiglia Amerio insieme al team di Volvo Penta.

A bordo i nuovi IPS 1.350

Lo yacht, con un serbatoio centrale di 5.000 litri, adotta infatti i nuovi Ips 1.350 (2 x 1000 hp) della casa svedese e, come da sperimentazioni già ottimamente varate, promette contenuti e prestazioni all'altezza della migliore tradizione Amer Yachts.

Lo attestano i dati predittivi elaborati dal cantiere e dai tecnici Volvo Penta: in crociera economica a regime dislocante (9 nodi), il 94 piedi è in grado di navigare continuativamente, senza soste tecniche, da Sanremo a Venezia, manifestando un'autonomia di 1.600 miglia (28,5 l/h a 1000 rpm).

Alla velocità di crociera di 22 nodi (+/-1 nodo) consuma invece 14 litri/miglio (280 l/h a 2160 rpm) e conta su un'autonomia di 350/360 miglia. Alla massima potenza raggiunge 26 nodi di punta (+/-1 nodo), consumando 15 litri/miglio (372 l/h a 2400 rpm) e percorrendo 340/350 miglia senza bisogno di refuel.
Appare quindi evidente che con il nuovo scafo l'autonomia alla velocità di crociera si avvicina molto a quella registrata alla velocità massima. Il costruttore sanremese, che ha già dimostrato un abbattimento dei consumi importante con l'installazione degli Ips, punta dunque a superare il record di 3,5 litri/miglio ad andatura economica.
Per farlo ha progettato un mezzo leggero, solido e robusto grazie a un maggior impiego di carbonio abbinato alla resina sottovuoto. Oltre a una particolare attenzione alla distribuzione dei pesi, il 94 Twin si caratterizza anche per l'adozione di batterie al litio, di tre gruppi elettrogeni a giri variabili in parallelo a 380 Volt e di un sistema di stabilizzazione giroscopica.
www.ameryachts.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove