Arcona Yachts annuncia una collaborazione con Niels Jeppesen

È stato uno dei fondatori e il principale progettista del noto cantiere navale danese X-Yachts.

Arcona Yachts annuncia una nuova collaborazione di design con Niels Jeppesen, designer di livello mondiale di yacht ad alte prestazioni. Niels è stato uno dei fondatori e il principale progettista del noto cantiere navale danese X-Yachts.Dal 2005, Niels Jeppesen gestisce una società di yacht design nel Regno Unito insieme a specialisti nella progettazione, costruzione e produzione di yacht.

"L'esperienza di Arcona come produttore di yacht di qualità con eccellenti prestazioni di navigazione è una combinazione perfetta con la mia conoscenza ed esperienza a lungo termine in questo settore", afferma Niels Jeppesen. Niels entrerà anche a far parte del consiglio di amministrazione di Arcona Najad Yachts AB, Svezia.

Urban Lagnéus, recentemente nominato CEO di Arcona Yachts, egli stesso un esperto velista olimpico con un'invidiabile carriera agonistica con 18 anni di esperienza in ruoli dirigenziali presso Hallberg Rassy, ​​è molto impaziente di questa nuova collaborazione. Urban ha dichiarato: "La combinazione della nostra vasta esperienza e delle competenze complementari nell'ambito delle crociere ad alte prestazioni si tradurrà in un futuro molto entusiasmante per la nostra azienda, i nostri yacht e, soprattutto, i nostri clienti esistenti e potenziali".

Håkan Eksandh, il proprietario di Arcona Najad Yachts AB, non vede l'ora di lavorare con un designer così esperto e famoso. “L'incredibile esperienza di Niels ci assicurerà di mantenere i migliori standard di progettazione e costruzione, sia nei nuovi progetti che nello sviluppo dei nostri modelli Arcona esistenti, assicurandoci di continuare a costruire e consegnare barche che le persone amano navigare. Sono incredibilmente eccitato per il futuro della nostra attività", afferma Håkan.

www.arconayachts.se

I video di Vela e Motore

Guarda tutti i video di Vela e Motore >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove