di Alberto Mariotti - 09 February 2021

Test Elan GT6: come naviga, pregi e difetti

Rob Humphreys e Studio F. A. Porsche hanno sviluppato un modello che convince, ricco di design e praticità. Ponte a filo, due pale del timone, chiglia a T e carena a spigolo per una barca performante da condurre anche in coppia

Quando saliamo a bordo per il nostro turno di prova le aspettative sono elevate, ma purtroppo il vento ha piani differenti per noi. L’alta pressione che insiste nel Mediterraneo non aiuta e la baia di Cannes, in Francia, è mossa soltanto da una leggerissima aria. Sufficiente però a fare del GT6 l’unica barca capace di muoversi a vela invece che a motore.

Il nuovo Elan fa parte della linea Gran Turismo, non è un racer ma ha una carena performante con spigolo, doppia pala del timone e chiglia a T standard con pescaggio di 2,45 metri (disponibile una versione da 2,15 metri). L’albero è di alluminio (nel nostro caso dipinto di nero) e avvolgiranda elettrico e bompresso di prua per murare gennaker e Code 0, ormai un must su barche del genere. Ci sono appena 6 nodi d’aria e con randa e fiocco (le vele sono OneSails) ci muoviamo intorno ai 3 nodi mentre con il Code 0 arriviamo tra i 4 e 5 nodi di velocità.

Purtroppo la nostra prova non può dire molto di più circa le prestazioni, che sappiamo essere buone: secondo le polari fornite dal cantiere, con un vento di 14 nodi il GT6 bolina a 40° intorno ai 7,5 nodi superando gli 8 nodi a 50°. Allargando a 90° si toccano i 9,2 nodi mentre con il Gennaker a 120° si arriva a 9,5. Peccato non aver potuto verificare di persona! Siamo a Cannes qui per i test dell’European Yacht of the Year, l’Elan è nella categoria Family Cruiser, le altre barche in prova per questa sessione mediterranea sono i due catamarani Bali Catspace ed Excess 11 (entrambi nella stessa categoria del GT6) e il Pegasus 50 (nella categoria Bluewater).

Navigazione e interni: tutte le foto dell'Elan GT6

GT6 e lunghezza di 14,32 metri

Nonostante il nome GT6 faccia pensare a un 60 piedi, è in realtà un 49 piedi con lunghezza scafo di 14,32 metri. Allo stesso modo il GT5, primo modello della linea, non è un 50 piedi bensì un 40 piedi. Quando qualche anno fa il cantiere ha cambiato il “naming” delle sue barche ha scelto un modello di stile automobilistico (vedi Audi A3, A4 e così via) slegato da ogni riferimento dimensionale creando così, a nostro avviso, un po’ di confusione circa la lunghezza reale delle barche.

Oggi Elan ha in catalogo tre gamme: la performante E Line, quella per la crociera pura e il charter Impression Line e la GT: un totale di otto imbarcazioni. Mentre il GT5 del 2017 condivide lo scafo con l’E5, per il GT6 il cantiere ha iniziato da un foglio bianco insieme al “suo” progettista Rob Humphreys e allo Studio F. A. Porsche per il design di interni ed esterni.

Lo studio è stato fondato nel 1972 dal professor Ferdinand Alexander Porsche, lo stesso che ha disegnato la Porsche 911. Il risultato di tanto lavoro (e pedigree) si vede nelle linee, nel dinamismo tridimensionale che la barca mostra in acqua e negli interni caratterizzati non solo da volumi al vertice della categoria ma anche dallo stile originale.

Flush deck e altezza di 1,90 mt

Durante la prova siamo a bordo con Marko Škrbin, direttore della divisione Marine di Elan (che fa anche sci, parte in composito per turbine eoliche e molto altro) ci racconta che “il cantiere ha scelto per il GT6 un approccio individuale puntando molto sull’esperienza. Oggi i potenziali clienti sono i benvenuti da noi. Li andiamo anche a prendere all’aeroporto e possono venire nella nostra base di Portorose, in Slovenia, per provare il modello a cui sono interessati, dormire a bordo e rendersi conto di persona cosa vuol dire essere armatori di un Elan. Per il Gt6 abbiamo cercato la collaborazione di uno studio esterno che affiancasse il nostro architetto navale e abbiamo scelto Studio F. A. Porsche con il quale condividiamo molti dei nostri valori. Generalmente i nostri clienti sono già armatori e sanno cosa vogliono ma soprattutto cosa non vogliono. A bordo non esiste quello che noi chiamiamo fake design, ogni elemento deve essere pratico e funzionale, non ci interessa l’estetica fine a se stessa”.

Dalla banchina si notano subito il largo specchio di poppa, con le due panche che chiudono e caratterizzano il pozzetto, e il ponte flush che corre fino a prua. Le panche “galleggiano” sopra al teak sintetico e sono elementi standard, mentre il frigo e il barbecue alloggiati al loro interno del modello in prova sono optional. Il pozzetto e la sua area relax è modulabile grazie a una coppia di tavoli con le ali esterne regolabili in altezza che possono abbassarsi per servire i bambini o scendere fino al livello delle due panche laterali e trasformarsi in prendisole. Tutto il pozzetto può essere protetto con bimini e sprayhood.

Qui si apprezza anche il design leggero delle due colonnine del timone, alla cui destra una coppia di gavoni permette di liberarsi delle code di cime e drizze (corrono tutte incassate e facilmente ispezionabili). Con solo quattro winch, tutti verso poppa, le drizze arrivano su quello posteriore di sinistra. La posizione del timoniere è comoda: i due verricelli elettrici della randa sono a portata di mano e su entrambi i lati esterni della colonnina un display elettronico aiuta a leggere i dati di navigazione.

Una nota sulla plancetta di poppa, che ha un design concavo: quando è chiusa riflette la luce del mare, mentre da aperta permette un’agevole salita a bordo grazie anche al passaggio centrale tra i due tavoli.

La discesa verso gli interni avviene tramite quattro gradini sagomati e si viene subito accolti dal salone, con un tavolo telescopico servito da un divano a L sulla sinistra e uno lineare a dritta. La cucina è verso prua, divisa in due ambienti: a sinistra la cucina con fornelli, forno e microonde a scomparsa, a destra lavello e cassetti. La versione standard ha due cabine e due bagni: tutta l’area della terza cabina è dedicata allo storage, accessibile sia dal pozzetto che dagli interni. Notevole l’altezza media di 1,90 metri.

Scheda tecnica e prezzo

Prezzo di listino

Euro 369.900 Iva esclusa versione 2 cabine e 2 bagni.

I dati

Lunghezza f.t. m 15,14

Lunghezza scafo m 14,32

Lunghezza al gall. m 13,49

Larghezza m 4,49

Pescaggio std/opt m 2,45/2,15

Dislocamento a vuoto kg 14.327

Serbatoio acqua lt 500

Serbatoio carburante lt 300

Motore std Volvo Penta 60 cv

Omologazione CE categoria A

Architetto navale Humphreys Y. D.

design esterno/Interno Studio F. A. Porsche

Indirizzi

Elan Yachts, Slovenia. Lista dealer italiani sul sito www.elan-yachts.com

Costruzione

Scafo e coperta laminati in resina vinilestere con il sistema 3D Vail (Vacuum Assisted Infusion Lamination).

Piano velico

Albero di alluminio posato in coperta con 2 ordini di crocette. Avvolgitore genoa Selden TD Furlex. Randa mq 62,60; fiocco mq 49,14; spi asimmetrico mq 153. Misure piano velico: I m 17,89; J m 5,12; P m 17,15; E m 6,15.

© RIPRODUZIONE RISERVATA