03 June 2024

DolceVela, un nuovo modo di andare per mare

Non una semplice imbarcazione, ma un nuovo affascinante capitolo nella storia della vela, una rotta inedita per navigare

DolceVela è una rivoluzionaria imbarcazione, anzi un rivoluzionario concetto di barca, reso possibile dalla collaborazione di più protagonisti. AV Yachting di Alessandro Vismara come coordinatore delle varie professionalità; il Cantiere RiNautica come base costruttiva.Un armatore di grande esperienza come Angelo Bruni; il consulente e regatante Alessandro Degl'Innocenti che ha ascoltato gli armatori per oltre 40 anni; e il giovane e talentuoso progettista Otto Villani che ne ha curato il progetto esecutivo.

Con DolceVela, l'esperienza di navigazione si eleva a un nuovo standard di efficienza e comfort. Dotato di un innovativo piano velico senza la tradizionale randa e basato esclusivamente su vele di prua, garantisce una navigazione agevole e priva di assistenza durante le manovre.

Grazie al suo design che consente l'apertura e la chiusura del piano velico indipendentemente dalla direzione del vento, DolceVela elimina la necessità di navigare controvento per issare o ammainare la randa.

Si dispiegano o si serrano le vele con semplicità e in ogni condizione di navigazione. E anche quando l'aria è leggera la barca naviga piacevolmente con medie che invogliano l'uso del vento per spostarsi anziché quello del motore, come invece accade di frequente con le barche "tradizionali". In questo modo DolceVela avvicina nuovamente gli armatori alla vela.

E quando il vento è assente la barca va veloce anche a motore, in silenzio e con consumi ridotti. Anche per l'utilizzo di particolari soluzioni, non così comuni su barche di questa dimensione (il progetto Dolcevela prevede al momento modelli tra i 40 e i 50 piedi).

DolceVela offre stabilità, comfort, fruibilità, bellezza, velocità e godibilità.

Il primo esemplare di questa nuova razza di velieri è il nuovo Dragon Vintage DolceVela 48’ varato di recente a Punta Ala. Ha dimensioni razionali per l’easy sailing. Offre una superficie velica complessiva di 156m², sostenuta da un innovativo piano velico avvolgibile con genoa e trinchetta sovrapponibili.

Con una lunghezza fuori tutto di 14,75 metri, un baglio massimo di 4,40 metri e un pescaggio di 2,40 metri, DolceVela offre stabilità e prestazioni degne di nota.

Il design innovativo del layout, agevolato anche dall'albero spostato verso poppa, presenta un pozzetto al livello della dinette e in continuità con essa, separato solo da due porte di vetro scorrevoli a scomparsa che unite alle aperture sulla tuga, forniscono una visibilità a 360°. Questo spazio, senza ostacoli o interruzioni, si presenta come un grande salotto sul mare arricchito da divanetti e prendisole, e dotato di un tettuccio di protezione.

La cabina armatoriale è di generose dimensioni, con un ampio letto matrimoniale al centro con bagno en suite spostato verso prua, e con la struttura costruttiva lasciata a vista: soluzione che dà sia ariosità agli spazi sia mantiene un legame con il materiale di costruzione. La cabina per gli ospiti, sempre con letto matrimoniale, è posizionata a centro barca lungo la murata di sinistra. Le sue dimensioni la rendono confortevole anche per una coppia di adulti ed è servita dalla day toilet.

Costruita con legno di Douglas e Cedro Rosso impregnato di resine epossidiche Bio, rinforzato con fibre di lino, DolceVela è un'opera immortale: il legno la rende profumata, più fonoassorbente, coibentata termicamente, più confortevole per come è in grado di "respirare" l'umidità, assorbendola quando è in eccesso e rilasciandola quando è più secco.

La costruzione in legno è anche rispettosa dell'ambiente. L’innovativo sistema di costruzione basato sui dettami di industria 4.0 con modellazione 3D e taglio laser, evita l’uso dello stampo (elemento che alla lunga è sempre a perdere), necessario invece per le costruzioni in fibra di vetro o carbonio, riducendo i costi di produzione e smaltimento.

Niente scarti irrecuperabili e niente costi parassiti. Né per l'armatore che con la barca in vetroresina paga anche ciò che non usa in barca (lo stampo, appunto): su piccole produzioni il peso economico sul singolo esemplare può essere considerevole. né per l'ecosistema che deve smaltire materiali diventati inutili

L'imbarcazione è alimentata da due motori fuoribordo Suzuki da 40(60) HP ciascuno. Durante la fase di navigazione a vela, è possibile sollevare i motori, consentendo la chiusura dello scafo mediante l'impiego di un pannello in legno.

Una soluzione concepita per ridurre l'attrito causato dai piedi o dalle eliche, garantendo un'esperienza di navigazione ottimale e annullando l'impatto dei motori sulla performance della barca

DolceVela è un concept all'avanguardia che parte da una piattaforma industrializzata, permettendo agli amanti del mare di creare la propria imbarcazione personalizzata, realizzata con maestria artigiana e tecnologie innovative. DolceVela è disponibile nei modelli 40', 46' e 50’.

Questo è l'inizio di un nuovo capitolo nell'arte della navigazione: Dragon Vintage modello DolceVela 48’ è il manifesto di un nuovo concetto di andare a vela. Una nuova avventura in mare, non solo come armatori, ma come viaggiatori responsabili dell’ambiente marino.

https://avyachting.it/

© RIPRODUZIONE RISERVATA