HP Watermakers: anteprima mondiale al Mets per il nuovo dissalatore “HP Kilo”

HP Watermakers: anteprima mondiale al Mets per il nuovo dissalatore “HP Kilo”

La novità assoluta è HP KILO, il dissalatore che si propone come la soluzione ideale per avere a bordo acqua dolce a volontà su yacht da 35’ a 50’. Novità per il MetsTrade sono anche Part-NET 2.0, che permette di gestire il dissalatore dal plotter di bordo e MWT Basic, il sistema di addolcimento e nanofiltrazione che trasforma l’acqua dei marina in acqua dolce a bordo

Zen Twin 200 e 300: due dissalatori in uno per alzare l'asticella della qualità

Zen Twin 200 e 300: due dissalatori in uno per alzare l'asticella della qualità

Lo ZEN Twin, disponibile nelle portate da 200 o 300 litri/ora si basa su due dissalatori indipendenti uniti all’interno di un singolo telaio. Ma il controllo avviene tramite un unico touch screen remoto

I sistemi SEAS debuttano nel settore nautico

I sistemi SEAS debuttano nel settore nautico

La nuova macchina SEAS Awa 03/05 Marine, sistema all’avanguardia che permette una produzione di acqua dall’aria di 50 lt al giorno grazie ad un sistema di potabilizzazione e mineralizzazione di grande qualità

Due novità HP Watermakers a Cannes:  Part-NET 2.0 e MWT Basic rivoluzionano  la gestione dell’acqua dolce a bordo

Due novità HP Watermakers a Cannes: Part-NET 2.0 e MWT Basic rivoluzionano la gestione dell’acqua dolce a bordo

Debutto assoluto per Part-NET 2.0 che permette di gestire comodamente il dissalatore dal plotter di bordo. MWT Basic è il sistema di addolcimento e nanofiltrazione che trasforma l’acqua dei marina in acqua dolce a bordo

Dissalatore Schenker Zen 150 l’extrasottile

Dissalatore Schenker Zen 150 l’extrasottile

Schenker al lavoro per la sicurezza e la ripartenza

Schenker al lavoro per la sicurezza e la ripartenza

Schenker, specializzata nella produzione di dissalatori per la nautica è ferma con la produzione come da disposizioni ministeriali, ma sta predisponendo tutte le misure necessarie per il contrasto della diffusione del Covid-19 all’interno degli ambienti di lavoro

Le ultime prove