di Tommasino Gazo - 13 dicembre 2018

Diego Negri nell’olimpo della Star Sailors League

Dopo averlo sfiorato per due volte, Diego Negri conquista il terzo gradino del podio nella sesta edizione della Star Sailors League, uno degli eventi più prestigiosi della classe, questa volta a Nassau, capitale delle Bahamas
Se le prime due posizioni sono state monopolio di due celebrità brasiliane come l’attuale campione del mondo in carica Jorge Zarif con Pedro Trouche al vertice e Robert Scheidt-Henry Boening alla piazza d’onore, per la prima volta è il tricolore a sventolare su uno dei pennoni più alti con Diego Negri in coppia con il tedesco Frithjof Kleen. Un risultato storico vissuto in una giornata nuvolosa con vento fino a 20 nodi e con personaggi in mare e a terra che rappresentavano la leggenda della vela moderna.

Tra i 25 concorrenti spiccavano i nomi di Paul Cayard, timoniere de Il Moro di Venezia e ottavo alla fine, lo svedese Fredy Loof, oro nelle ultime Olimpiadi con la Star eliminato nei quarti di finale, Francesco Bruni, timoniere di Luna Rossa che ha concluso al 13mo posto ed anche le medaglie sono state consegnate da Dennis Conner, mito dell’America,s Cup.

Negri può essere soddisfatto del suo risultato ma deve rimpiangere anche un colpo di sfortuna per lui e di fortuna per i vincitori che lo ha condizionato. «Nella finale – racconta il velista ligure – eravamo partiti molto bene e, all’incrocio nella prima bolina, eravamo davanti a Zarif che abbiamo spinto a sinistra, il lato poi rivelatosi favorito, mentre ci contendevamo la testa con Scheidt: così Zarif ha potuto navigare più libero e, una volta davanti, non è più stato possibile raggiungerlo».

Comunque per Negri, a Nassau già al vertice della ranking list della classe, è una conferma in una competizione che, non soltanto raccoglie i big della vela mondiale, ma è diventata uno degli eventi a cui tanti ambiscono essere invitati.
Proprio tra gli invitati c’era anche il diciassettenne gardesano Guido Gallinaro in coppia con il tedesco Kilian Weise. «Questa è una manifestazione incredibile – commenta Negri – dove perfino un giovane come Gallinaro può confrontarsi con velisti del livello di Cayard: non credo ci siano altri sport dove questo sia possibile».

Ed ora i prossimi impegni per il velista ligure sono a gennaio in Australia per il Mondiale Dragoni, nel prossimo mese di maggio la Bacardi Cup, a giugno l’Europeo Star a Rive del Garda e poi a Porto Cervo il Mondiale.

Le foto sono di Alex D'Agosta
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove