Un battello di Yamaha Marine per i 60 anni di attività nel circuito racing

Il nome Yamaha Motor Co. è da sempre legato al mondo delle competizioni e quest'anno, per celebrare i sessant'anni di impegno nel mondo racing, insieme al Cantieri Capelli ha presentato a Genova la special edition di un battello ispirato all'iconica livrea GP Yamaha.

1/20

Il battello ha gli inconfondibili colori bianco e rosso che sono ormai il tratto distintivo di Yamaha e che ne hanno caratterizzato l'illustre storia nel mondo delle corse. In occasione del 60° anniversario, questi stessi colori saranno presenti sulla livrea delle moto Yamaha che parteciperanno al Campionato Mondiale Superbike e al Campionato Mondiale Endurance il prossimo fine settimana.

Tra il 1963 e il 2020, Yamaha ha ottenuto 511 vittorie e conquistato un totale di 82 titoli tra piloti, costruttori e scuderia, con in sella piloti di primo piano, da Giacomo Agostini, che ancora oggi è il pilota del Grand Prix ad aver ottenuto più successi, a Kenny Roberts, Wayne Rainey e la leggenda vivente Valentino Rossi.

Abituato ai motori ad alte prestazioni, il pilota Yamalube JART Yamaha EWC Niccolò Canepa ha provato il battello Tempest 750 nella versione Sport progettato e prodotto da Cantieri Capelli e ne ha apprezzato il design e la manifattura, oltre che essere rimasto entusiasta dalle prestazioni eccezionali del motore V6 da 250 CV di Yamaha Marine che equipaggiava il natante. Dopo l'evento, Canepa ha raggiunto il circuito Paul Ricard, nel sud della Francia, per prepararsi per il Bol d'Or, la 24 ore del Campionato EWC.

Il battello che celebra i 60 anni di Yamaha nelle competizioni verrà presentato al pubblico in occasione del prestigioso Salone Nautico di Genova il 16 settembre, stessa data in cui le R1Yamaha debutteranno, con la stessa livrea, sul circuito di Barcelona-Catalunya e sul circuito Paul Ricard.

TEMPEST 750 GP Anniversary Edition

Progettato e realizzato da Cantieri Capelli in Italia, il battello TEMPEST 750 nella versione SPORT è dedicato a chi cerca un battello di media misura, con un'ottima disposizione degli spazi e una ricca dotazione standard. Scattante, dinamico e divertente, il TEMPEST 750 SPORT si caratterizza per uno scafo ad alte prestazioni, progettato per raggiungere la massima velocità senza rinunciare al comfort e alla stabilità.

L'imbarcazione è dotata di un singolo motore Yamaha V6 da 250 CV personalizzato con i colori rappresentativi dell'anniversario.

Il design elegante, snello e leggero dei nuovi motori V6 si inserisce nella linea V6 Premium più ricca di funzionalità che Yamaha abbia mai prodotto. Il motore V6 da 250 CV offre, ad esempio, Digital Electric Steering (DES), l'esclusiva funzione TotalTilt di Yamaha e il Thrust Enhancing Reverse Exhaust (TERE) e sfoggia un look straordinario ispirato all'iconico XTO.

Questo motore non ha soltanto un look da gara grazie ai colori della Anniversary Edition, ma garantisce straordinarie prestazioni proprie dei fuoribordo Yamaha.

Il TEMPEST 750 GP Anniversary Edition strizza l'occhio alla livrea delle corsaiole Yamaha R1 che parteciperanno alla gara di Barcellona del Campionato Mondiale Superbike e al Bol d'Or del Campionato Mondiale Endurance.

Il modello TEMPEST 750 GP Anniversary Edition presenta le seguenti caratteristiche:

Singolo motore fuoribordo Yamaha V6 da 250 CV con l'iconico design speedblock della tradizione Yamaha Racing

Cuscinerie a righe bianche, rosse e nere che si ispirano alla livrea del serbatoio delle moto da corsa Yamaha R1

Cuscino giallo sulla plancia con il logo del 60° anniversario

Logo Yamaha sul rivestimento di prua

T Top nero con i loghi del 60° anniversario

Volante nero e tienti-bene coordinati, con inserti rossi sulle sedute

Tavolo con finitura in carbonio in coordinamento con gli inserti sul tubolare

Inserti sul tubolare effetto carbonio

Bitte di ormeggio poppa

Sistema radio con quattro altoparlanti ad alte prestazioni in colori abbinati

Design speedblock Yamaha sul cupolino e i fianchi del motore

www.yamaha-motor.it

I video di Vela e Motore

Guarda tutti i video di Vela e Motore >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove