di Alberto Mariotti - 12 ottobre 2018

Fountaine Pajot 45, spazi maggiori e finiture più curate

Il nuovo 45 piedi a vela manda in pensione il vecchio Hélia 44 offrendo una vetrata tra pozzetto e salone più ampia, il tavolo esterno che si estende per accogliere fino a otto persone, la zona di relax di prua da 8,5 mq e molto altro

Dopo un anno caratterizzato da una robusta crescita (il cantiere parla del 25/30 per cento) Fountaine Pajot rinnova e rafforza la gamma. Lo fa con il nuovo 45 piedi a vela, che manda in pensione, dopo sei anni di servizio, il vecchio Hélia 44, ma non solo: tra le banchine di Cannes era infatti ormeggiato il nuovissimo Alegria 67, di cui vedremo anche la versione a motore, spinta da due Volvo Penta da 300 o 435 cavalli.

Del nuovo 45 non si conosce ancora il nome, il cantiere lo svela durante la presentazione alla stampa (maggio 2019), ma si conoscono i miglioramenti: la vetrata tra pozzetto e salone più ampia, il tavolo esterno che si estende per accogliere fino a otto persone, la zona di relax di prua da 8,5 mq e molto altro. Il catamarano ha una postazione di guida singola esterna, a dritta, e un fly accessibile dalla stessa consolle e attrezzato con prendisole e divano. A poppa non manca il barbecue integrato.

Disegnato da Berret Racoupeau Yacht Design (gli interni sono di Isabelle Racoupeau), è lungo 13,45 metri e largo 7,55; ha un dislocamento di 13,6 tonnellate e una superficie velica totale di 119 mq. I motori sono due 40 cv con la versione da 50 in optional.
Sottocoperta le due solite versioni tipiche del cantiere: Maestro con tre cabine e scafo armatoriale a sinistra, e la Quatuor con quattro cabine e altrettanti bagni.

www.fountaine-pajot.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove