08 marzo 2020

Dock 10 di Blohm+Voss più spazio al coperto

Inizieranno a metà anno i lavori per la costruzione della nuova copertura progettata dall'architetto tedesco, Werner Sobek, che reinventerà il Dock 10 di Blohm + Voss diventando il più grande bacino galleggiante al coperto d'Europa e integrandolo nel panorama del porto di Amburgo

Con la costruzione del “tetto” Lürssen (proprietaria B+V) continua così nello sviluppo dell’unità produttiva. Per l'ammodernamento e la copertura del pontile galleggiante (lungo 287 metri) l’investimento previsto è di oltre 13 milioni di euro che va a rafforzare ulteriormente la posizione del cantiere di Amburgo.

«Il rinnovamento ci consente di ampliare in modo significativo la gamma di riparazioni e servizi di refitting per clienti esistenti e potenziali di yacht, navi e navi da crociera». Ha dichiarati Klaus Borgschulte, presidente del consiglio di sorveglianza di Blohm + Voss. «Inoltre, miglioreranno in modo significativo le condizioni di lavoro dei nostri dipendenti e ci renderemo meno dipendenti dalle condizioni meteo e saremo anche in grado di ridurre significativamente le emissioni di rumore e il consumo di energia».

Blohm + Voss è stata acquisita da Lürssen nel 2016 che ha già investito circa 20 milioni di euro nel cantiere di Amburgo. Dopo il completamento dei lavori del Dock 10, l'investimento totale salirà a oltre 33 milioni di euro.

www.blohmvoss.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove