05 dicembre 2019

E-Job, nuove professioni nello yachting italiano e francese

Parte a marzo il progetto E-Job per favorire nuove opportunità di lavoro nell’economia del mare tra Italia e Francia. Coinvolti oltre cento studenti e cinque istituti scolastici

Favorire le opportunità di lavoro nell’economia del mare con riferimento allo yachting di bordo e a figure professionali quali chef, stewart, comandanti e macchinisti. È l’obiettivo del progetto E-JOB (Excellence Job On Board) finanziato e sviluppato in seno al programma comunitario “Interreg Marittimo” che coinvolge, in Italia, la Toscana e in Francia, la Provenza – Alpi - Costa Azzurra.

L’obiettivo prevede il rafforzamento di profili professionali e il confronto tra domanda e offerta “creata” attraverso percorsi di formazione condivisi tra imprese e istituti tecnici/professionali che supporti una filiera e di contribuire a rafforzare la cooperazione transfrontaliera tra i territori italiani e francesi e rendere quest’area dell’alto Tirreno una zona competitiva, sostenibile e inclusiva nel panorama europeo e mediterraneo.

Nella fase sperimentale, in avvio a marzo 2020, saranno coinvolti oltre cento studenti e cinque istituti scolastici tra la provincia di Lucca e la città di Nizza, impegnati nel rafforzamento linguistico e culturale, scambio lavorativo secondo il modello di alternanza scuola-lavoro, a incontri B2B e workshop con agenzie per il lavoro, organizzazioni, società di crew-recruitment.

Capofila di E-JOB è la Provincia di Lucca, il partner di riferimento italiano sarà ISYL (Italian Superyacht Life), che raggruppa tre Istituti tecnici superiori (ISI Piaggia, Galilei–Artiglio e Marconi). Il versante francese è invece rappresentato dal Lycée des metiérs hotellerie-tourisme di Nizza.

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove