18 September 2022

Harken al Salone Nautico di Genova con due nuovi prodotti e gli olimpionici della vela

Due le novità presentate quest’anno alla fiera ligure dalla casa americana: il winch Performa 55.3 e il tendipaterazzo integrale ad azione singola. Grande attesa anche per il Tech-Talk #Pruasuparigi2024: Ruggero Tita e Caterina Banti insieme a Marco Gradoni e Alessandra Dubbini racconteranno il loro percorso verso la qualificazione ai Giochi Olimpici di Parigi, insieme al Direttore di Vela e Motore, Alberto Mariotti

1/5

Il tradizionale incontro con il pubblico organizzato da Harken Italy nel corso del Salone Nautico di Genova vedrà quest’anno sotto i riflettori i suoi testimonial olimpici: i grandi dominatori delle ultime stagioni nella Classe Nacra 17, le medaglie olimpiche e freschi campioni del mondo in carica Ruggero Tita e Caterina Banti, e la giovane e talentuosa coppia Marco Gradoni e Alessandra Dubbini che stanno lottano per la qualificazione nella Classe 470Mixed.

Due (anzi quattro) punti di vista molto diversi, ma con nel mirino un solo bersaglio: le Olimpiadi. Moderatore dell’incontro, che si svolgerà al Breitling Theatre sabato 24 settembre alle 11,00, sarà il Direttore di Vela e Motore Alberto Mariotti.

Al termine dell’incontro ci sarà la possibilità di farsi firmare dagli atleti dei loro poster forniti in omaggio da Harken al suo stand, proprio a due passi dal Breitling Theatre.

Ma oltre all'incontro con gli olimpionici di vela, Harken porterà al Salone Nautico di Genova due novità: il winch Performa 55.3 e il tendipaterazzo integrale ad azione singola.

HARKEN PERFORMA 55.3 STP: il winch nato per i navigatori oceanici

Ad ognuno il suo winch: per chi naviga solo in crociera, ma anche per i professionisti dell’America’s Cup e del circuito Imoca 60, per piccole barche o per i megayacht. Harken ha sempre pronta la soluzione giusta, tagliata su misura per chi va per mare.

Il nuovo Performa 55.3 in particolare nasce sulla richiesta dei velisti Oceanici dei Class 40, una delle classi “più calde” del momento con tanti nuovi progetti appena scesi in acqua o che stanno per farlo. La prima installazione del Performa 55.3 è in programma su Allagrande, uno dei più innovativi e intriganti Class 40 di ultima generazione, un progetto di Gianluca Guelfi per lo skipper Ambrogio Beccaria, Ambassador di Harken Italy insieme alle medaglie d’oro Olimpiche Ruggero Tita e Caterina Banti sui Nacra 17 e ai talenti emergenti sui 470 Mixed Marco Gradoni e Alessandra Dubbini.

Per la realizzazione del Performa 55.3 il punto di partenza è stato quello del noto 50.3 STP, sofisticato winch a tre velocità di Harken, ma con un serie di ottimizzazioni pensate sulle esigenze dei velisti oceanici. In particolare è stato rivisto il rapporto di potenza alla terza velocità (ora non più 50,4 ma 55,2) una soluzione che renderà decisamente più semplice la vita a bordo dei Class 40 per gestire i carichi più importanti. Sarà anche disponibile un Kit per chi volesse aggiornare i 50.3 già a bordo.

Il 55.3 ST ha il tamburo realizzato in alluminio sabbiato per avere un grip ottimale anche con le cime di ultima generazione dal diametro contenuto; ha la “gonna” integrata; è pensato per gestire carichi elevati anche con pochi colli; i cuscinetti a rullo e le bussole in composito riducono l’attrito sotto carico e offrono un’ottima resistenza alla corrosione; perni e ingranaggi sono realizzati in acciaio inossidabile 17-4PH ad alta resistenza.

SINGLE-ACTING INTEGRAL BACKSTAY ADJUSTER il nuovo tendipaterazzo Harken, tutto in uno: compatto, robusto, efficiente

Per la crociera o per la regata, per barche grandi o piccole: è ora disponibile la nuova gamma di tendipaterazzi idraulici di Harken. I nuovi Single-Acting Integral Backstay Adjuster sono realizzati in quattro versioni per imbarcazioni dai 9 ai 18 metri di lunghezza.

Tanti i vantaggi: sono in alluminio anodizzato, con trattamento hardcoat ad alta resistenza; il circuito dell’olio è integralmente all’interno del cilindro. L’assenza di tubi esterni evita sia il rischio incattivimento con cime e manovre, che il deterioramento da esposizione UV. Ad indicare il livello di tensione c’è una stecca graduata in fibra di vetro, soluzione che sostituisce il tradizionale manometro che consente una lettura più facile e immediata ed elimina rischi di perdite di olio (sistema in voga anche sulle più performanti barche da regata).

Inoltre sono ad “azione singola”: la pressione viene data alla pompa da un solo senso d’uso della leva in acciaio inox, non anche in fase di ritorno. Massima semplicità, massima robustezza. La sostituzione con il modello già a bordo è semplice grazie al sistema con perno e grillo dedicati. Il pomello per il rilascio della pressione porta ad una regolazione facile e graduale, basta ruotarla in senso orario per chiuderla, in senso antiorario per aprirla e quindi ridurre tensione.

La pressione massima di funzionamento è tarata per impedire un’eccessiva sollecitazione sul paterazzo. Il pomello è progettato per non poter essere serrato eccessivamente, evitando ogni possibile danneggiamento. I Single-Acting Integral Backstay Adjuster, infine, sono adatti per stralli da 5 a 10 mm di diametro.

www.harken.it

I video di Vela e Motore

Guarda tutti i video di Vela e Motore >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove