Harken, arriva il nuovo winch Unipower 500

Meno fatica, meno ingombro: l'elettrico per tutti, prodotto in Italia.

Contenuto nelle dimensioni, potente nella trazione: il verricello “tutto in uno” di Harken apre nuove frontiere a chi vuole avere a bordo i winch elettrificati.

Innovazione, performance. Le parole d’ordine sono sempre quelle: anno dopo anno “l’ossessione” di Harken continua. Questa volta è il turno di UniPower 500: winch elettrico ad alta efficienza, dal minimo ingombro ed estremante facile da installare.

UniPower 500 può infatti contare sul suo motore parzialmente integrato all’interno del tamburo e quindi su volumi ridotti al minimo sotto al filo della coperta, senza confronto più piccoli rispetto ai winch elettrici tradizionali. La sua meccanica, inoltre, si basa su un’alta efficienza del sistema di riduzione: pur essendo un verricello a singola velocità copre infatti un range di lavoro uguale a quello dei classici due rapporti e si autoregola a seconda del carico.

A differenza dei diretti competitor, Unipower 500 può essere utilizzato anche manualmente con la tradizionale maniglia in caso di mancanza di una riserva di energia elettrica a bordo.

Progettato per lavorare con cime da 8 a 14 mm di diametro, è ideale per imbarcazioni a vela da 30'/40' di lunghezza per gestire le manovre che arrivano in pozzetto.

Altra sua caratteristica è la facilità di installazione: per l’ingombro contenuto sottocoperta, per il cablaggio immediato possibile grazie al motore integrato e anche per i fori di montaggio, gli stessi del suo equivalente manuale nella gamma Harken, il Radial 40 2STA.

Oltre che per la produzione di serie per i grandi cantieri UniPower 500 è la scelta ottimale anche in caso di refit e sostituzione di un modello manuale. All’interno della gamma Unipower il nuovo 500 va ad affiancare il più grande e già apprezzato UniPower 900.

Entrambi, come tutti i winch Harken, sono realizzati negli stabilimenti italiani di Limido Comasco (CO).

www.harken.it

I video di Vela e Motore

Guarda tutti i video di Vela e Motore >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove