05 luglio 2019

Hinelson.com al via un progetto di crowfunding

Hinelson.com lancia un progetto di crowdfunding per investire in nuovi progetti, condividere i valori dell’azienda con la sua community. Come? Ce lo spiega Marcello Labruna, al timone di Hinelson.com

HiNelson è una start up che è riuscita a raggiungere un importante obiettivo; innovare il mercato (online) dell’accessorio nautico in Italia, grazie soprattutto allo spirito imprenditoriale del suo fondatore, Marcello Labruna che ha seguito la passione per il mare, integrandola con il mondo digitale.

È proprio il connubio tra nautica e online che ha spinto Labruna a lanciarsi nel progetto di HiNelson, oggi e-commerce numero uno in Italia con importanti obiettivi per il futuro come il lancio di un progetto di crowdfunding per investire in nuovi progetti, che coinvolge la sua community.

Nato da una famiglia di imprenditori con attività legate alla nautica, Marcello nel 2016 si trasferisce a Milano per frequentare l’E-commerce Master organizzato da Talent Garden Innovation School. Grazie a questa esperienza importante si stabilisce negli spazi di coworking del TAG e fonda HiNelson.com, store online di accessori e componenti nautici.

Inizia così un lungo percorso che porterà HiNelson, dopo 24 mesi dalla fondazione, ad essere considerato un punto di riferimento degli acquisti online di settore con un catalogo con circa 200 brand, oltre 12.000 prodotti, 5.000 clienti paganti e nuovi progetti che puntano alla condivisione e all’innovazione.

Marcello, qual è il punto di forza di HiNelson?

«HiNelson nasce digitale, quindi solo con e-commerce, in un paese come l’Italia dove lo store online è principalmente un’esigenza per smaltire il magazzino del punto vendita. Essere digital first ci ha quindi permesso di seguire il cliente nelle sue esigenze con la prerogativa di potergli offrire i prezzi più bassi. Gli investimenti di HiNelson sono quindi finalizzati a migliorare i servizi e le strutture del sito, tutto per “coccolare” il cliente».

Quali sono i nuovi obiettivi e le nuove strategia di crescita di HiNelson?

«Grazie alla collaborazione con Digital Magics, incubatore di startup innovative, oggi i nostri obiettivi sono di poter crescere ancora offrendo innovazione, come la copertura di servizi del territorio nazionale fino all’inserimento di strutture offline, e di questo ci sarà una novità che verrà ufficializzata a breve. Inoltre, abbiamo voluto aprire le porte di HiNelson attraverso un progetto di crowdfunding. Una scelta che nasce non tanto dal trend delle start up che utilizzano progetti simili, ma dalla volontà e dalla voglia di condividere l’azienda con i nostri clienti e gli investitori, che diventano soci ed ambasciatori di HiNelson. La dimostrazione è stata che dopo solo 6 giorni di lancio del progetto abbiamo raggiunto 130.000 euro. I soci investitori, a seconda dell’investimento hanno anche il vantaggio tangibile di avere delle scontistiche sugli acquisti. Un altro riscontro che la formula è stata vincente lo abbiamo avuto quando alcuni clienti mi hanno chiamato perché volevano una maglietta, un gadget da poter mostrare agli amici in banchina, perché erano orgogliosi di far parte della community di Hinelson».

Quali sono le caratteristiche del mercato della nautica in Italia?

«»Il fatturato del settore accessori e componenti nautici è di circa 600 milioni di euro, dove i punti vendita, piccole realtà a conduzione famigliare che operano a livello locale, raggiungono circa 300 mila euro di fatturato. Un mercato quindi ancora poco sviluppato dal punto di vista digitale, dove manca un grande player B2C capace di abbracciare tutto il territorio nazionale. L’utente oggi è abituato agli acquisti online in realtà come Amazon, ma nella nautica questo ancora manca e noi di HiNelson abbiamo l’obiettivo di diventare l’elemento agglomerante dove innovazione e prezzi competitivi diventano alla portata del consumatore, sia nazionale che oltre confine».

Chi è il cliente di HiNelson?

«»I clienti di HiNelson possono essere suddivisi in tre tipologie: l’appassionato, il cliente che si sta avvicinando al mondo della nautica e l’armatore che investe il suo tempo libero a bordo della sua barca. Sono imprenditori, liberi professionisti, ma sono soprattutto persone che seguono la loro passione, anche a fronte di sacrifici, sfatando così il mito che la nautica è per pochi. Sono persone che hanno fatto la scelta di investire il proprio tempo e i propri risparmi per navigare, ritornando così a una nautica che è prima di tutto passione. HiNelson quindi lavora per garantire alti standard di qualità e prezzi più bassi, perché la passione è un elemento comune».

Quali sono i vantaggi di un e-commerce?

«I vantaggi di un e-commerce sono anche i pilastri, il vangelo, di HiNelson; semplicità, rapidità, economicità per il cliente. Tre elementi apparentemente banali ma che abbiamo elaborato in questi tre anni. Sullo store lavoriamo affinché tutto sia semplice, comprensibile e trasparente; rapido, perché viviamo in un’epoca dove il cliente fa l’ordine oggi e vuole la consegna ieri, quindi è fondamentale essere rapidi, e non solo nella consegna ma anche nelle risposte; ultimo ma non meno importante, i nostri clienti devono risparmiare. L’aspetto economico infatti è importante e noi di HiNelson lavoriamo affinché i prodotti del catalogo abbiano i giusti prezzi, e non il valore legato a quel mondo della nautica che aveva, negli anni passati, la tendenza ad attribuire un costo molto più alto, perché considerato di lusso».

Come vengono scelti i fornitori di HiNelson?

«Oggi il nostro catalogo conta circa 200 brand che in parte sono stati scelti dallo staff, ma tanti sono stati proposti proprio dai nostri clienti che ci hanno trasmesso il loro feedback. Il fornitore che entra nel catalogo di HiNelson quindi si trova ad avere una base utenti attiva ed attenta, ma soprattutto che copre tutto il territorio nazionale, e non più locale. Quando proponiamo nuovi prodotti o nuovi brand la risposta dei clienti è immediata e questo è un importante effetto del lavoro che stiamo facendo.

HiNelson.com diventa oggi un importante esempio di come la passione per il mare unita alla passione per il mondo digitale possono diventare una storia di successo e di grandi opportunità».

www.hinelson.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove