a cura della redazione - 24 febbraio 2019

Keel Servant, la chiglia retrattile italiana efficiente e versatile

Progetto tutto italiano per un nuovo tipo di chiglia retrattile elettromeccanica. Più efficiente rispetto a quelle idrauliche, offre vantaggi in termini di prestazioni anche rispetto alle soluzioni fisse con pescaggio lungo e corto

Progetto tutto italiano per un nuovo tipo di chiglia retrattile elettromeccanica. Più efficiente rispetto a quelle idrauliche, offre vantaggi in termini di prestazioni anche rispetto alle soluzioni fisse con pescaggio lungo e corto. Non solo, al contrario di quelle idrauliche, non necessita dell’impianto dedicato, ma di appena due cavi di potenza a 12V o 24V e il collegamento dei pannelli di comando locale e in plancia. Il meccanismo di sollevamento si compone di un fusto a sezione rettangolare azionato da un martinetto elettromeccanico a vite senza fine che scorre in una sede inserita e fissata nella pinna fissa della chiglia.

Il meccanismo viene montato su una pinna progettata con un’apposita sede a sezione rettangolare, per ricevere la camicia fissa del meccanismo. Il bulbo viene collegato con una coppia di flange, una delle quali è solidale al fusto scorrevole del meccanismo e l’altra inserita in fusione nel bulbo. Una carenatura in Vtr viene avvitata al bulbo e si accoppia a cannocchiale con la pinna per ricostituire il profilo idrodinamico nella parte scorrevole. Tra i grandi vantaggi del progetto, la possibilità di navigare anche con la chiglia sollevata o a mezza altezza.

https://thekeelservant.it/

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove