di Alberto Mariotti - 17 aprile 2019

La doppia anima di Italia Yachts 11.98

Timone e barra o doppia ruota, costruzione in Vtr con resina vinilestere e rinforzi di carbonio. Il 12 metri di Italia Yachts ha una doppia anima e si distingue per le sue linee larghe e filanti. È disponibile nelle versione Fuorisere da regata, e Bellissima per la crociera
Si chiama Italia Yachts 11.98 la barca della svolta per il cantiere di Chioggia, varata con una festa degna di un superyacht presso la Compagnia della Vela sull’isola di San Giorgio a Venezia. Il nuovo modello sancisce infatti il coronamento di un percorso di riorganizzazione di produzione e customer care iniziato lo scorso anno, quando la holding della famiglia Vitulano è entrata in società, investendo in un anno il 50 per cento del valore della produzione.

L’11.98 è un cruiser racer che sfiora i 12 metri di lunghezza fuori tutto con bulbo da 2,10 metri. È disponibile con timone a barra o doppia ruota e nelle versioni Fuoriserie, per le regate in classe ORCi, e Bellissima (nella foto), per la crociera in famiglia. La prima è più leggera e vuota, la seconda più ricca di dettagli e confortevole. Non ci sono differenze di costruzione tra le due. Il progetto è firmato ancora una volta da Matteo Polli, mentre per gli interni hanno collaborato KMD e lo studio Arbore and Partners Design.

Il risultato è originale, con l’illuminazione affidata a luce indiretta a Led per scaldare l’ambiente. Sottocoperta ci sono tre cabine con armatoriale a prua e due bagni. Abbiamo provato l’11.98 (pubblicheremo il test in uno dei prossimi numeri) e le prima sensazioni sono quelle di una barca che rispecchia bene la sua doppia anima, facile da condurre quando sei con amici e famiglia (ha un timone grande e preciso), veloce ed efficace in assetto da regata.
La qualità dell’ 11.98 Bellissima si percepisce nell’ottimo passaggio sull’onda, nella velocità e nella rapidità di manovra. Al contempo l’equilibrio dei volumi e l’ergonomia del pozzetto indicano sicurezza e stabilità, indispensabili per la crociera con la famiglia, o per la navigazione in equipaggio ridotto. La disposizione di winch e stopper è ergonomica, completa e intuitiva per manovrare, riducendo la fatica e semplificando la regolazione delle vele. Le manovre sono nascoste e comunque mai in posizioni di passaggio, che risultano così libere. La posizione del timoniere e tutta l’attrezzatura velica sono in punti ideali” questa la reazione di Daniele De Tullio che già dal primo impatto afferma: “ un sogno che si avvera è tutto al posto giusto, mi sembra di averla già timonata

Le prime impressioni di navigazione dell’ IY 11.98 sono state quelle di una barca dalla grande facilità di conduzione e precisione direzionale. Non necessita di grande esperienza per condurla al meglio, è docile al timone in tutte le sue reazioni ed è veloce, già nella versione Bellissima. Fin dalla prima uscita la barca è risultata ben equilibrata, con tanta o poca aria lo scafo reagisce come ci si aspetta, e dopo le virate riprende subito velocità. Una volta che ha messo le sue forme in acqua è rigida e stabile” nota Franco Corazza che afferma senza dubbi che “questa barca è un vero cavallo di razza addomesticato”.

Il varo ufficiale dell’IY 11.98 segna un passo importante del Cantiere “ da questo momento in poi Italia Yachts si spinge oltre per rispondere alla sempre crescenti aspettative dei nostri Armatori ” dice l’Amministratore Unico Francesco Pisciotta. “ Un nuovo logo sta a significare il cambio di passo dell’Azienda per affrontare le sfide di un mercato che diventa sempre più globale. E’ indubbio che Italia Yachts è un prodotto che oggi viene apprezzato in tutto il mondo ed il cantiere vuole significare, anche attraverso il cambio del logo, che siamo pronti ad affrontare challenge stimolanti. Le performance nella navigazione si fondono con il life style, perché ogni barca Italia Yachts è una grande barca a vela”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove