27 December 2020

La nuova proprietà di Falcon Yachts annuncia la vendita del suo nuovo 40 metri

A seguito dell’acquisizione del brand nel febbraio del 2020, l’ingegno delle imbarcazioni Falcon viene attualizzato grazie alla nuova Legacy Line.

Mentre il cantiere prosegue nel suo riposizionamento come uno dei brand più interessanti del comparto nautico, prende forma la nuova Legacy Line di Falcon Yachts.

Quartostile, studio torinese di design scelto dal cantiere per sviluppare sia le linee esterne che quelle interne del nuovo 40 metri – primo esemplare della Legacy Line di Falcon Yachts – sarà anche responsabile della definizione di un successivo 45 metri, in corso di progettazione. Con la sua nuova Legacy Line il cantiere, forte della tradizione e della reputazione internazionale di Falcon Yachts, desidera celebrarne la storia, nata nel 1988 con Edoardo Spreafico.

“È con profondo rispetto per il nostro armatore, un imprenditore italiano e yachtsman visionario, che Falcon Yachts si accinge a costruire questo superyacht di 40 metri. Nell’aggiornare uno “Spreafico originale”, il cantiere intende rendere omaggio all’eredità ingegneristica e stilistica di Edoardo Spreafico, sviluppando ulteriormente ciò che lui considerava essere l’essenza stessa di un’imbarcazione: comfort e funzionalità incorporati in eleganza accattivante e solida ingegneria navale” – così il Management di Falcon Yachts, che aggiunge: “I nostri nuovi progetti, che verranno rivelati durante i primi mesi del 2021, ci daranno la possibilità di confrontarci con i nostri armatori – sia nuovi che attuali – mentre continuiamo a far progredire e ammodernare questo prestigioso brand cantieristico. Ancora oggi, la rilevanza di Falcon Yacht è tale che viene spesso indicato come uno dei costruttori più produttivi d’Italia.

La Legacy Line di Falcon Yachts è solo l’inizio di un percorso verso lo sviluppo di un vasto numero di progetti futuri, come ad esempio il lancio di una nuova gamma di Navette dislocanti.

www.falconyachts.com


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove