23 August 2015

Lagoon 52, la prova in mare

Erede del glorioso 500, il 52 ne migliora i punti forti: aumenta lo spazio sul fly per il timoniere e il comfort degli ospiti. Firmano gli interni Nauta Design e Van Peteghem e Lauriot Prévost il progetto della carena
Lagoon 52, la prova in mare

Il 52 di Lagoon, è il primo catamarano in cui Van Peteghem e Lauriot Prévost hanno iniziato il processo di arretramento dell’albero, che in questo caso si trova al centro della tuga. La lezione è quella dei racer oceanici, che hanno dimostrato la bontà di tale configurazione.

Il progetto risulta equilibrato e le masse, benché imponenti, si stemperano nei quasi 16 metri di lunghezza fuoritutto.

La godibilità in crociera di questo catamarano è assoluta: gli spazi al sole e all’ombra sono ampi e liberi da manovre, che rimangono confinate nella parte anteriore del fly. All’interno la razionalità e il gusto di Nauta Design privilegiano una fruibilità lussuosa, ma senza sfarzi. Il pacchetto Owner con 4 cabine + bagno e cuccetta equipaggio è riccamente accessoriato, e forse, tagliando qualche accessorio non essenziale si può arrivare a un buon rapporto qualità/prezzo.

INTERNI

Lo stile inconfondibile di Nauta Design caratterizza gli interni con linee guida particolari come il bagno armatoriale nella teca di vetro e diverse soluzioni per sfruttare al meglio lo spazio disponibile a vantaggio di un grande comfort senza perdere in eleganza. Vedi la soluzione a scomparsa della tv nel salone centrale, i piccoli stipetti ricavati nei passavanti delle cabine, il mobile centrale di appoggio e stivaggio nella cucina, i comodini con il cassetto per i libri e altro ancora. Questo modello nella versione quattro cabine (sono disponibili anche tre, cinque e sei locali) presenta i letti matrimoniali accessibili dai due lati, di cui tre sfruttano la larghezza degli scafi e sono disposti per baglio.

La quarta cabina l’unica con il letto parallelo all’asse longitudinale, è separata dal resto degli interni beneficiando di un ingresso dedicato dal pozzetto, per una totale indipendenza. Ogni locale ha molto più dello stretto necessario, e a parte quella di tribordo anteriore più sacrificata, sono dei veri e propri mini appartamenti dove rilassarsi, utilizzare la scrivania, e riporre in modo ordinato il proprio vestiario.

L’armatoriale, che occupa per i due terzi lo scafo di dritta, ha il water in locale separato dal bagno, mentre la doccia è contenuta in una grande teca. Ben studiata l’illuminazione naturale delle cabine, con ampi spazi vetrati e un buon equilibrio di superfici apribili per l’aerazione. Le uscite di emergenza sono in parte nascoste sotto alla scala di accesso agli scafi. L’ampiezza del salone centrale in continuità con il pozzetto è di sicuro impatto appena si sale a bordo: questo è un catamarano per lunghe crociere intorno al mondo, in assoluta comodità.

IN NAVIGAZIONE

Una configurazione con l’albero arretrato e più alto ha il vantaggio di avere una randa che va a catturare “in quota” il vento più disteso, inoltre è anche più stretta, e quindi meno soggetta alle turbolenze in balumina. Lo spazio guadagnato tra prua e albero permette di issare un genoa autovirante che ha notevoli vantaggi nella gestione della navigazione anche con equipaggio ridotto, poiché per virare basta girare il timone.

Una volta issate senza fatica la randa e svolta la vela di prua, grazie alla perfetta scorrevolezza dei carrelli e al valido supporto dei tre winch elettrici a cui convergono tutte le manovre, allo skipper non rimane più molto da fare. L’unico istante dove è richiesta una certa agilità è l’ammainata della randa in cui è necessario arrampicarsi a una notevole altezza per favorirne la corretta piegatura. Il boma, a questo scopo, è provvisto di “terrazze” in tubolare per aumentare il piano di appoggio della vela piegata.

Dalla postazione di timoneria sul fly si gode una certa sensazione di onnipotenza: l’orizzonte è ai nostri piedi. Grazie alla possibilità di spostare la ruota del timone sopavvento o sottovento, poi si può scegliere la visuale sulle vele che si preferisce. Con poca pressione il passo langue, ecco quindi che prima di fare appello ai due motori Yanmar da 75 cavalli (i propulsori standard sono da 50 cavalli) vale la pena di aumentare la superficie velica impiegando il Code 0 o il gennaker, a seconda dell’andatura. Il primo, soprattutto, ha un range di utilizzo che lo rende un compagno di viaggio indispensabile. Abbiamo notato come fino a 20 nodi di vento possa essere facilmente gestito e permetta allo scafo di scivolare fino a 11 nodi. La presa d’onda è morbida e non rallenta lo scafo, che sebbene non avvezzo a colpi di testa, una volta avviato mantiene un buon passo. La forma degli scafi, che aumenta il volume in altezza, mantiene le prue ben fuori dall’acqua in ogni condizione.

I DATI

Lunghezza f.t.m 15,85

Lunghezza gall.m 15,60

Larghezza m 8,6

Pescaggio m 1,50

Dislocamento kg 25.120

Serbatoio carburante lt 2x496

Serbatoio acqualt 4x240

Motori std potenza cv 2x54

Trasmissione sail drive

Superficie velica totale mq 160

OmologazioneCE categoria A/14

Progettista Van Peteghem e L. Prévost

www.cata-lagoon.com

Prezzo di listino Euro 796.416 Iva inclusa franco cantiere, versione 4 cabine, 4 bagni.

Prezzo alla boa Euro 900.615 Iva inclusa franco cantiere. È calcolato aggiungendo a quello di listino solo alcuni degli optional più utili.

Allestimento Cruising (cuscini seduta posto di comando, gavone nel mobile pozzetto, circuito elettrico 220 V, caricabatterie 220 V/12V 100 Amp, parco batterie al gel 1.260 Amp, gruette inox e winch manuale, sportelli di apertura più tende sui vetri per cabine di poppa, radio Fusion con Usb e radiocomando più altoparlante in salone, pozzetto e fly, pacchetto elettronica Raymarine 14, comando sul fly per salpancore, pompa lavaggio ponte, presa acqua in banchina, illuminazione indiretta per salone e camere € 37.393, supplemento motori Yanmar 75 cv € 10.215, cuscini prendisole ponte prua, carbon Beige € 1.037, cuscini prendisole fly, Grey Stone € 1.037, frigorifero in pozzetto € 1.265, 2 eliche di prua elettrica € 9.179, generatore Onan 7 kW € 23.912, serbatoio acque nere € 1.913, code 0 con tangone e avvolgitore € 9.639, spi assimetrico con tangone, scotte, drizze € 6.900, lazy bag € 1.711, costi di gestione (Indicativi, annuali, Iva inc.).

Posto barca Liguria/Tirreno Sud/Adriatico € 30.000/17.000/11.000, tagliando motori € 1.600, antivegetativa € 2.400, assicurazione euro n.d. * è possibile ottenere un preventivo personalizzato in due giorni lavorativi sul sito www.24hassistance.com 

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA