Lion Evolution 6.0: spazio alla luce

Uno sport trawler che consente ampie possibilità di scelta, a partire dalla motorizzazione, che può essere anche fuoribordo: un’opzione innovativa per un'imbarcazione di 17,65 metri. A bordo tanto spazio

Il nuovo “sport trawler” di Lion Yachts è ungo 17,65 metri e largo 5 e fa di spazio e luminosità degli ambienti i veri protagonisti. E propone al suo armatore un nuovo concetto di navigare, dove gli ambienti esterni ed interni creano grandi aree conviviali. I progettisti hanno adottato soluzioni di yacht di taglie decisamente superiori, come il grande salone esterno coperto e vivibile e il vano tender laterale, che diventa una grande spiaggetta bagno. La distribuzione razionale degli interni permette di scegliere tra diverse configurazioni sia di allestimento che di motorizzazione, proponendo anche quella fuoribordo, innovativa per la categoria.

La propulsione standard è la versione fb, affidata a quattro motori Yamaha XTO 425. È possibile optare altrimenti per la soluzione IPS, con due Volvo Penta IPS 950 da 725 cv, oppure per la versione entrobordo, con una coppia di Man R6 da 800 cv. La scelta della motorizzazione si rivelerà determinante per la navigazione di Evolution 6.0 che, a pieno carico, ha un dislocamento di 27 tonn. Le utenze sono alimentate da un generatore da 13 kW.

1/11

La prua, che termina con la delfiniera a protezione dell’àncora, è sgombra e il teak è interrotto soltanto dalla cuscineria del doppio prendisole. Subito dietro si trova la tuga, con il parabrezza negativo della plancia di comando. Prima di entrare all’interno, proseguiamo verso prua, tramite gli ampi passavanti, protetti dalla battagliola, che conducono ai gradini di accesso al pozzetto di poppa, protetto dall’hard top. Un divano frontemarcia è servito da un grande tavolo, mentre alle spalle dello schienale si trova un altro prendisole. Girando intorno al sunbed, si accede alla scalinata (solo tre gradini, ma scenografici) che porta alla plancetta bagno.

A sinistra della porta che immette nel salone interno c’è la scala che conduce all’upper deck, dove viene ripetuta la timoneria, con tre poltrone, che si possono usare come sedute, semplicemente abbassando il poggiareni, soluzione preferita da chi preferisce pilotare in piedi. Dietro la zona di comando troviamo un mobile wet bar. Il ponte principale, all’interno è dedicato alla socializzazione e alla convivialità: un grande salone con divani e tavolo, mobili, cucina ed elettrodomestici. Il divano a C, con il tavolo estensibile, si trova sulla murata di sinistra, alla stessa altezza della postazione del pilota, a dritta. A dividerli è la scala che conduce alla zona notte.

Lion Evolution 6.0 offre tre cabine e tre bagni, più una cabina opzionale per l’equipaggio. L’armatoriale è nella V di prua, illuminata da due vetrate che seguono lo scafo. A centro nave ci sono le due cabine per gli ospiti. Nella versione con motori fuoribordo, a poppavia delle due cabine guest si trova il garage per il tender, al quale si accede da un portellone sulla murata di dritta. Nelle versioni IPS o entrobordo, quello spazio è occupato dalla sala macchine e il tender viene stivato a poppa, per baglio o per chiglia, a seconda del modello scelto.

www.lionyachts.com

I video di Vela e Motore

Guarda tutti i video di Vela e Motore >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove