18 settembre 2019

Muore Fabio Buzzi all’inseguimento di un nuovo record

È successo a Venezia dove Fabio Buzzi, alle manette del suo scafo offshore, si è schiantato contro la diga di San Nicoletto, in località Lunata. Buzzi stava tentando il record della Venezia-Montecarlo. Ancora da chiarire le dinamiche

Fabio Buzzi, famoso progettista, pilota di motonautica e detentore di numerosi record offshore, era con altri due piloti inglesei entrambi deceduti e i cui corpi sono stati subito recuperati, mentre un terzo componente dell’equipaggio, l'italiano Mario Invernizzi, è rimasto gravemente ferito. Buzzi aveva 76 anni.

L'incidente è avvenuto a notte fonde davanti alla "Lunata", una diga artificiale fatta di grossi massi calati sul fondale costruita a protezione delle opere del Mose, a sud della diga di San Nicolò del Lido.

La potente imbarcazione, lunga una ventina di metri e con motori che consentono di raggiungere velocità massime di 90 nodi, era partita da Montecarlo lunedì mattina, verso le 11, e stava tentando di battere il record della traversata. Ironia della sorte, quando si è schiantata era ormai nei pressi del traguardo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove