15 maggio 2020

Navigo al lavoro con 16 progetti e 50 aziende coinvolte

In questi mesi di blocco Navigo - società di innovazione e sviluppo della nautica - ha avviato una mappatura sulle richieste e le necessità delle aziende associate: il risultato è la presentazione di 16 progetti con richiesta di finanziamenti per oltre 30 milioni di euro e il coinvolgimento di 50 imprese

Nuovi sistemi di propulsione e efficientamento, ricerca di nuovi materiali, sviluppo di sistemi integrati, di digitalizzazione e di strumenti di controllo e sicurezza. Progettualità e innovazione sono i temi sui cui si sta concentrando l’attenzione delle imprese della nautica che stanno affrontando la fase di ripartenza dopo la chiusura imposta dalle misure contro il Covid-19.

In questi mesi di blocco, Navigo - società di innovazione e sviluppo della nautica - ha avviato una mappatura sulle richieste e le necessità delle aziende associate proseguendo a distanza l’attività di supporto e consulenza. Il risultato è stato la presentazione di 16 progetti con richiesta di finanziamenti (da quelli messi in campo dalla Regione Toscana fino all’ Unione Europea) per oltre 30 milioni di euro (con valore a fondo perduto di circa 10 milioni di euro) e il coinvolgimento di 50 imprese.

Sui temi della portualità, si registra l’ingresso di nuovi soci nel Consorzio Marine della Toscana e lo sviluppo di strumenti tecnici di gestione delle barche e degli strumenti digitali per porti e marine, come la prenotazione del posto barca e dei servizi on-line e il charter sicuro.

Anche per la società - sottolinea Katia Balducci presidente di Navigo – è stato un momento di focalizzazione rispetto al sistema dei servizi che offriamo ai nostri soci e degli eventi che organizziamo per essere ancora più vicini alle imprese. Abbiamo registrato, con soddisfazione, uno slancio verso la ripartenza e interesse, in particolare, verso la progettualità e l’innovazione che possono essere un volano per la ripresa”.

Questi mesi sono stati importanti per il confronto con le aziende – spiega Pietro Angelini, direttore generale di Navigo – ed abbiamo avuto richieste di approfondimento e molte idee. Pur nella fase di blocco, abbiamo potuto agire offrendo le soluzioni più adatte alle richieste presentando i progetti e le richieste di finanziamento

L’assemblea dei soci Navigo si svolgerà nel mese di giugno tramite l’utilizzo di piattaforme innovative.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove