Nuovo Azimut S7: il massimo della performance a impatto minimo

Il nuovo Azimut S7 verrà presentato ufficialmente a Düsseldorf nel febbraio 2023. La propulsione Pod, messa a punto dall'ufficio tecnico Azimut insieme a Volvo, ne rende i consumi molto più efficienti, per un'imbarcazione attenta all'ambiente e alle prestazioni

1/7

Può una barca dal DNA profondamente sportivo entrare con slancio tra gli yacht a basse emissioni e offrire un comfort di bordo imparagonabile? Il Nuovo S7 di Azimut, con il design degli esterni firmato Alberto Mancini, supera ogni standard di categoria.

Il cantiere italiano, che presenterà ufficialmente S7 a Düsseldorf nel febbraio 2023, ne svela alcune caratteristiche dirompenti, esclusive e inedite. Il nuovo modello è infatti la barca sportiva con l’architettura navale più tecnologicamente avanzata della categoria, capace da un lato di ridurre significativamente i consumi e dall’altro di ampliare gli spazi abitativi.

Una propulsione POD trimotorica più compatta e uno scafo ad hoc ideato dall’ufficio tecnico Azimut, in collaborazione con gli ingegneri di Volvo, rendono più efficienti i consumi. Mentre l’utilizzo della fibra di carbonio nella parte alta dello yacht alleggerisce il peso complessivo e, pur preservandone la stabilità, permette un rivoluzionario ampliamento dei volumi.

Il risultato finale: consumi ridotti fino al 30% alle medie e alte velocità e una superficie dell’imbarcazione che sui 70 piedi offre, per la prima volta, un layout incredibilmente generoso, contraddistinto da un ampio lowerdeck con quattro comode cabine e un garage in grado di accogliere due water toys.

Il maindeck invece, si sviluppa fra zone lounge esterne e interne e una comoda cucina sul ponte.

Azimut anticipa le esigenze di un armatore nuovo, attento all’avanzamento tecnologico, all’impatto ambientale delle sue scelte e che a bordo si aspetta spazi ampi e luminosi da condividere con gli amici, sempre con il mare negli occhi.

www.azimutyachts.com

I video di Vela e Motore

Guarda tutti i video di Vela e Motore >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove