Nuovo Otam 58 GTS pronto per il debutto mondiale al Cannes Yachting Festival 2022

Il progetto ideale per un cantiere che offre totale libertà di espressione e velocità senza precedenti: 48 nodi di crociera e oltre 55 di massima. Il restyling è firmato da Giuseppe Bagnardi di BG Design Firm, che ha creato un semi-open, con maggiori prestazioni e comfort

1/5

Con il restyling firmato da Giuseppe Bagnardi dello studio romano BG Design Firm, la 26esima unità dell’iconico Otam 58, chiamata “Bad Boy”, è pronta per il suo debutto mondiale al Cannes Yachting Festival 2022. Il nuovo look dell’Otam 58 GTS accentua il carattere sportivo che tutti si aspettano su uno yacht Otam e ne rafforza i contenuti stilistici mantenendo la riconoscibilità e rispettando il DNA del Cantiere.

Esternamente troviamo una tuga semi-open con un parabrezza ed una finestratura avvolgente che regala la sensazione en plein air ma che elimina tutti gli svantaggi di un open puro offrendo invece costante protezione dal sole e dal vento. Fornisce inoltre un profilo più aerodinamico che diminuisce le turbolenze per assicurare migliori prestazioni e maggiore comfort a bordo alle altissime velocità.

Molta attenzione e ricerca sulla ventilazione in sala macchine con due nuove prese d’aria integrate nell’hardtop mentre le altre due, per un totale di quattro, sono posizionate sul ponte di prua quali segni distintivi di Otam. Convogliano l’aria direttamente nel grande vano motore assicurando sempre affidabilità e prestazioni. La sala macchine di un Otam è sempre immediatamente accessibile grazie al portellone idraulico che garantisce sicurezza ed accessibilità immediata agli impianti.

Il pozzetto coperto è dotato di mobile bar, divano ad angolo e una comoda zona pranzo oltre a due prendisole ad estrema poppa con passaggio centrale.

Anche la piattaforma bagno e le griglie di scarico posizionate nello specchio di poppa sono state ridisegnate: quest’ultima ora è integrata e nascosta nel nome della barca.

Il 58 GTS, come tutti gli yacht Otam, è costruito per raggiungere prestazioni molto elevate ed è all’altezza del suo suffisso “Gran Turismo Sport”: equipaggiato con una coppia di MTU 1825cv accoppiati con eliche di superficie ASD14 Arneson, naviga in totale comfort a 48 nodi di crociera e supera i 55 nodi di velocità di punta.

Quella che non è cambiata è la carena ad alte prestazioni di Tagliavini Marine Design, costruita utilizzando un mix di Aramat e resina vinilestere per garantire totale sicurezza ed elevato comfort anche ad alte velocità in ogni condizione di mare.

Come per tutti le creazioni OTAM, la personalizzazione è fondamentale e l’Otam 58 GTS è costruito secondo le innumerevoli specifiche richieste dell’armatore, tra le quali anche una plancia Böning per la postazione di pilotaggio.

«Specializzazione, ricerca, flessibilità, design iconico, prestazioni fuori dal comune ed eccezionale efficienza sono i valori e le caratteristiche che distinguono Otam dopo 67 anni di storia ed il 58 GTS non fa eccezione - spiega Matteo Belardinelli, Sales & Communication Director di Otam -. Questo è un progetto perfetto per Otam, il cantiere ideale per un cliente che desidera ed ottiene una totale libertà di espressione unita a prestazioni ed efficienza che non temono confronti in ogni condizione di mare».

Sottocoperta, l’Otam 58 GTS dispone di due cabine doppie con bagno privato, di una cucina open space e di una terza cabina singola per un ospita extra o per un membro di equipaggio.

Specifiche preliminari:

Lunghezza f.t.: 19.20 m

Lunghezza scafo: 16.75 m

Motori: 2 x MTU 1825 cv

Trasmissioni: ASD Arneson n 14

Eliche: Rolla Otam copyright
Velocità di crociera: 48 nodi

Velocità massima: 55+ nodi

Materiali costruttivi: Aramat/Kevlar.

www.otam.it

I video di Vela e Motore

Guarda tutti i video di Vela e Motore >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove