a cura della redazione - 05 October 2018

One Sails, arrivano le vele di prua senza cavo antitorsione

La veleria One Sails ha presentato le nuove vele di prua senza cavo antitorsione, un'evoluzione possibile grazie alla tecnologia IFS™ (Integrated Furling System). I vantaggi parecchi, sia in termini di sicurezza che di facilità di utilizzo
One Sails, arrivano le vele di prua senza cavo antitorsione

Si chiama IFS™ (Integrated Furling System) la tecnologia con cui OneSails realizza nuove vele di prua avvolgibili prive di cavo antitorsione. I vantaggi di questa soluzione, che sfrutta le proprietà del filo continuo, sono apprezzabili sia dal punto di vista della forma e della prestazioni della vela sia per quanto riguarda la sua maneggevolezza in issata ed ammainata.

Grazie a una tensione di drizza inferiore del 30-35% rispetto a una vela con cavo antitorsione è infatti possibile semplificare anche l’attrezzatura, non rendendo necessaria l’adozione di una drizza demoltiplicata e riducendo il carico strutturale su bompresso o definiera, tutto a vantaggio della sicurezza.

Con la tecnologia Integrated Furling System è possibile implementare direttamente nell’inferitura della vela avvolgibile un reticolo di fibre strutturali a filo continuo che non rendo più necessario l’utilizzo del cavo antitorsione. La vela avvolta, priva del cavo antitorsione, risulta leggera e maneggevole e si piega facilmente su se stessa. Tra gli altri vantaggi ci sono anche il minor peso della vela grazie all’assenza del cavo antitorsione e la stabilità del profilo della balumina anche se stazzato come gennaker in base a regolamenti ORC e IRC.

Questi sono alcuni dei consigli forniti da One Sails sull’utilizzo di vele del genere

  • Per avvolgere e svolgere la vela non è necessaria molta tensione nella drizza, giusto il minimo per renderla quasi rettilinea.
  • Avvolgere con il vento in poppa cercando di limitare il vento apparente.
  • Non lascare completamente la scotta ma di frizionarla.
  • Avvolgere la vela sempre dalla stessa parte. L’avvolgimento della parte alta risulterà migliore e più sicuro.
  • Prima di issare la vela avvolta, controllare che l’avvolgimento della parte alta sia corretto. Nell’ammainata e nello stivaggio si potrebbero perdere alcuni giri.
  • Quando la vela è aperta, regolare la tensione della drizza per ottenere la forma desiderata (più lasca per andature larghe, più cazzata per andature strette).
  • La vela non necessita di molta tensione di drizza ne per l’avvolgimento ne per la navigazione, nonostante ciò la struttura integrata (IFS™) è in grado di sopportare carichi importanti. Prestare quindi attenzione a non cazzare troppo la drizza per non danneggiare le attrezzature.
  • Non lasciare la vela issata quando avvolta in condizioni di vento apparente superiori ai 12 nodi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA