17 May 2018

Torna, più grande, il Salone Nautico di Genova

Presentata la 58° edizione del Salone Nautico di Genova, in programma dal 20 al 25 settembre, con un nuovo layout, il 64 per cento di aumento degli spazi e un clima più ottimista

Dal 20 al 25 settembre riparte il Salone Nautico di Genova su “fondamenta” più forti illustrate dal presidente di Ucina Confindustria Nautica, Carla Demaria: « Benvenuti al Salone Nautico di Genova che, da 58 anni, è la casa di tutta la nautica da diporto. Un’edizione che consolida la crescita del 2017 sostenuta da un mercato che continua a salire: +17% nel 2015, +18,6% nel 2016, +12% nel 2017 e un 2018 che segue il trend, visto che il 69% delle industrie nautiche hanno affermato che sarà un anno positivo. Il settore del leasing va benissimo, segnando un +58%, a dimostrazione che si tratta di uno strumento fondamentale per il settore. In oltre è tornato prepotentemente a crescere il mercato domestico».

La prossima edizione (il cui manifesto raffigura il telaio di una porta aperta sul mare, accompagnato dalla frase «Benvenuti a casa») vede già la pre-conferma della presenza del 98% espositori del 2017; il 64% degli espositori ha chiesto l’aumento degli spazi a terra e in acqua. Sono state finora 57 le nuove richieste di partecipazione, di cui 38 provenienti dall’estero.

Un nuovo layout diviso per aree tematiche

Sull’edizione 2018, il Direttore Commerciale Alessandro Campagna conferma le «moltissime novità, sia in termini di prodotto, sia di brand. Il layout si presenta come quattro saloni in uno, secondo un processo frutto di un’analisi puntuale e dello sviluppo di precise identità di area per ogni singolo settore, con servizi dedicati a ogni target e la ricerca della massima espressione di rappresentatività ».
Confermato quest’anno anche l’appoggio delle istituzioni, in particolare l’Ice e il Ministero dello sviluppo economico che rinnoverà, secondo quanto ha anticipato Carla Demaria, il contributo di circa un milione di euro tra sostegno al Salone e finanziamenti per l’internazionalizzazione.

A proposito della frattura tra le due associazioni di settore Ucina e Nautica Italiana, Carla Demaria ha dichiarato «L’obiettivo, ambizioso, ma che mi piacerebbe davvero raggiungere è poter tornare a lavorare tutti insieme. Speriamo fortemente che ci sia un ritorno, e stiamo lavorando in questo senso. C’è qualche problema, ma rimane un obiettivo per me riuscirci prima della chiusura del mio mandato a marzo del prossimo anno».

Sull’evoluzione del layout e sulla valorizzazione dei percorsi espositivi è intervenuto inoltre l’arch. Paolo Brescia, autore, insieme al team dello studio OBR, del progetto "La Piazza del Vento”, inaugurato lo scorso anno. «Con il progetto del 58° Salone Nautico vogliamo estendere l’urbanità di Genova sul mare» – ha dichiarato -. «Stiamo immaginando una piazza sull’acqua che offra nuovi motivi di frequentazione e d’incontro, in cui avere il piacere di ritrovarsi in pubblico in occasione della visita. Un cambio di prospettiva del quartiere, attraverso la diga foranea che diventa un avamposto sul mare, un belvedere da cui disvelare un duplice punto di vista verso il mare e verso la città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove