26 novembre 2019

Sanlorenzo verso la quotazione in Borsa

Fissato l’intervallo di valorizzazione tra un prezzo minimo di euro 16,00 ed un prezzo massimo di euro 19,00 per azione, corrispondente a una capitalizzazione post aumento di capitale compresa tra euro 552 milioni e circa euro 656 milioni

Sanlorenzo S.p.A. ha individuato l’intervallo di valorizzazione indicativo delle azioni nell’ambito del collocamento istituzionale (l’“Offerta”) finalizzata all’ammissione alle negoziazioni delle azioni della Società sul Mercato Telematico Azionario - ricorrendone i presupposti, sul segmento STAR - (“MTA”) organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. (“Borsa Italiana”).

L’intervallo di valorizzazione indicativa del capitale economico della Società, ante Aumento di Capitale (come di seguito definito), è compreso tra euro 480 milioni ed euro 570 milioni, pari ad un prezzo minimo di euro 16,00 per azione ed un prezzo massimo di euro 19,00 per azione a cui corrisponde una capitalizzazione post Aumento di Capitale compresa tra euro 552 milioni e circa euro 656 milioni.

È previsto che l’Offerta abbia per oggetto massime n. 11.000.000 azioni della Società, corrispondenti al 31,9% circa del capitale sociale (post Aumento di Capitale). In particolare, l’Offerta sarà composta da massime n. 4.500.000 azioni di nuova emissione rivenienti da un aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione, approvato dal Consiglio di Amministrazione della Società in data 16 novembre 2019, nell’esercizio della delega deliberata dall’Assemblea della Società in data 9 novembre 2019 (l’“Aumento di Capitale”) e da massime n. 6.500.000 azioni poste in vendita da Holding Happy Life S.r.l. (l’”Azionista Venditore” o “HHL”), azionista di maggioranza della Società e controllata da Massimo Perotti, Presidente Esecutivo di Sanlorenzo. È inoltre prevista la concessione da parte dell’Azionista Venditore ai Joint Global Coordinator dell’opzione greenshoe di ulteriori massime n. 1.100.000 azioni della Società, pari al 10% del numero massimo di azioni oggetto dell’Offerta. In caso di integrale esercizio dell’opzione greenshoe, l’Offerta avrà ad oggetto massime n. 12.100.000 azioni della Società, corrispondenti al 35,1% circa del capitale sociale (post Aumento di Capitale).

L’Offerta sarà riservata a investitori qualificati in Italia e a investitori istituzionali all’estero ai sensi della Regulation S dello United States Securities Act del 1933, come successivamente modificato (il “Securities Act”) e negli Stati Uniti d’America, limitatamente ai qualified institutional buyers ai sensi della Rule 144A dello Securities Act, con esclusione di quei Paesi, in particolare Stati Uniti d’America, Australia, Giappone e Canada, nei quali l’Offerta non è consentita in assenza di specifiche autorizzazioni da parte delle autorità competenti, in conformità alle leggi applicabili o in deroga a tali disposizioni.

L’avvio dell’Offerta è previsto in data 27 novembre 2019.

Nell’ambito dell’Offerta, Banca IMI (Gruppo Intesa Sanpaolo), BofA Securities e UniCredit Corporate & Investment Banking agiranno in qualità di Joint Global Coordinator e Joint Bookrunner.

Banca IMI (Gruppo Intesa Sanpaolo) agisce anche in qualità di Sponsor per l’ammissione alla quotazione delle Azioni.

Alantra agisce in qualità di advisor finanziario della Società. Lazard agisce in qualità di advisor finanziario dell’Azionista Venditore.

Musumeci, Altara, Desana e Associati Studio Legale e Latham & Watkins sono rispettivamente consulenti legali italiani e consulenti legali internazionali della Società.

White & Case agisce in qualità di consulente legale italiano e internazionale per i Joint Global Coordinator e per i Joint Bookrunner.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove