Seawind 1260, l'oceano nel Dna

Nonostante le dimensioni contenute, anche il “piccolo” 1260 del cantiere australiano Seawinds ha l’oceano e le lunghe traversate nel Dna grazie alla forma degli scafi e ai pesi contenuti

1/3

Nonostante le dimensioni contenute, anche il “piccolo” 1260 del cantiere australiano Seawind ha l’oceano e le lunghe traversate nel Dna grazie alla forma degli scafi e ai pesi contenuti. Rispetto ai Seawind 1160 e 1190 Sport ha maggiori volumi interni ed è spinto da due motori entrobordo al posto dei fuoribordo.

Il suo punto di forza sono le due timonerie protette combinate con un’ottima visibilità e il sistema di chiusura delle tre vetrate che separano il salone dal pozzetto, punto da cui si gestisce tutto il piano velico. Il carrello della randa è infatti sulla tuga e ha un pratico sistema di sgancio dal basso che permette di mollare la randa e ridurre lo sbandamento in caso di raffiche sostenute.

Interessante la cucina, che contra rimanete a tutti i modelli “europei” è nello scafo di dritta, per lasciare più spazio al salone. Sottocoperta son due le versioni: tre cabine con armatoriale nello scafo di sinistra o quattro cabine. Nel salone le vetrate di prua sono apribili per ottenere la massima aerazione e il divano ad U può diventare un letto.

Per info: dott. Vanni Gori, info@multiyachts.it, 335 6628866

Scheda tecnica

Lunghezza f.t. 12,45 m

Larghezza 6,80 m

Pescaggio 1,16 m

Dislocamento 8,2 t

Carburante 480 lt

Acqua 700 lt

Motori Yanmar 2 x 29 hp

Prezzo base = 426.000€ compreso nolo marittimo fino a Genova

https://www.seawindcats.com

1/3

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove