21 September 2022

Senses 07 sarà il modello di debutto di SensesYachts, nuovo marchio di alta gamma

E’ una novità nel mondo dei 21 metri a motore dual mode. Disegnato in tutti gli aspetti da Giovanni Ceccarelli e prodotto da SensesYachts sarà presto in acqua

1/4

Senses 07 è il primo yacht di una nuova gamma che nei prossimi mesi verrà proposta da SensesYachts, nuovo marchio che vuole dedicarsi alle imbarcazioni di alta gamma. Il varo di questo Senses 07 è previsto entro fine anno mentre entro l’estate 2023 sarà completato Senses 05. In fase di progetto anche Senses 09.

La nuova barca nasce da un concept originale, per tipologia e stile, caratterizzato da un main deck aperto con ampi spazi vivibili coperti e scoperti. Il ponte inferiore si apre a poppa con una grande finestratura a tutto baglio che mette in collegamento la dinette (o in alternativa la cabina armatore) con l’esterno. Si crea così una continuità con gli spazi vivibili con un passaggio fluido tra interno ed esterno, realizzando una soluzione che è possibile solo su barche molto più grandi e completa il “dialogo” con la natura.

Senses 07 infatti è stato ideato e disegnato per vivere a contatto con il mare, in lunghi periodi di vacanza in totale libertà. E’ interamente progettato allo studio di Giovanni Ceccarelli che ha disegnato architettura navale, esterni, interni mentre l’ingegnerizzazione è il prodotto della collaborazione con i tecnici del cantiere.

Sono molto evidenti gli influssi nello stile generale di questo scafo di altri progetti di Giovanni Ceccarelli nati nel mondo della vela. Ne scaturisce un design con stile contemporaneo caratterizzato da una prua rovescia, uno stile caratterizzato da diversi elementi distintivi che caratterizzano tutta la linea SensesYachts.

Ne scaturisce uno stile distintivo che non può passare inosservato, caratterizzato da poche linee moderne ed essenziali. Uno scafo dal design esterno che richiama la forza e che trasmette sicurezza , ma al tempo stesso dolce ed armonioso nelle linee. Il progetto è partito da uno schizzo a mano di Giovanni Ceccarelli che ha fermato un’idea che poi si è sviluppata nel corso del progetto esecutivo ma senza mai perdere le linee originali del primo sketch.

La versione base ha la tuga aperta, chiudibile lateralmente con teli nel periodo di non utilizzo mentre è possibile realizzarne una versione chiusa con un layout che porta la cucina sul main deck e aggiunge una cabina sottocoperta.

Linee di carena

Le linee di carena sono caratterizzate da un V molto profondo a prua per ottenere un buon taglio e passaggio sull’onda mentre le uscite di poppa sono larghe e poco immerse al fine di avere un buon sostentamento e bassa resistenza anche alle basse velocità in regime dislocante. Il deadrise è variabile con un valore medio di 19.5°. Il progetto è originale e realizzato per questo scafo, validato con calcolo CFD su diverse carene di prova, anche con differenti configurazioni di redan. La scelta finale è caduta sul modello che assicurava un’ottima tenuta del mare e confort di navigazione con uno scafo asciutto in coperta.

Interni

Sono previste diverse versioni di interni, il primo Senses 07 avrà la dinette ed angolo cucina a poppa, una cabina owner a prua con letto trasversale ed ampio bagno con doccia e wc indipendenti oltre a due cabine ospiti pure dotate di servizi a centro barca. Gli interni sono stati disegnati realizzati pensando ad un’idea di lusso da super yacht ma tutto con materiali funzionali ed ecosostenibili. Tutto il lower deck, dove si sviluppano gli interni, è su di un unico livello senza scalini per una continuità gradevole da vivere.

Per la realizzazione degli interni sono utilizzate le migliori aziende come Tabù per le essenze dei legni, in questo caso sono state scelti un'unica essenza per tutte le parti in legno che sono completate da parti laccate, i tessuti sono di Dedar. Gli interni potranno essere personalizzati nella scelta cromatica e degli accessori sulla base dei lay out proposti.

Motori

Per tutta la linea Senses si è optato per motori Volvo con piede IPS. Il Senses 07 monta due IPS950, da 533 kW / 725 cv che permette una velocità massima di circa 23.5 nodi a mezzo carico e con una velocità di crociera di

16 nodi.

Questa scelta è in linea con le tendenze attuali del mercato che richiede grandi autonomie, bassi consumi e velocità massime non elevate. Al fine di migliorare il confort di navigazione l’unità è dotate di pinne stabilizzatrici della HUMPREYS ed Interceptor che saranno gestiti in sincrono con sistema messo a punto in collaborazione con Volvo Penta.

Costruzione

La laminazione è realizzata in vetroresina co fondo dello scafo in single skin e fianchi e coperta a sandwich. La tuga è laminata in infusione con tessuti di carbonio al fine di minimizzare i pesi. La costruzione è interamente realizzata a partire dalle laminazioni ed allestimenti nel cantiere Senses Yachts a Monterado ( Ancona ) .

Altri modelli

Il Senses 07 è il primo di una serie di unità progettate dallo studio di Giovani Ceccarelli, la prossima già in fase di costruzione è il Senses 05 di circa 15 metri che sarà varata nella primavera del 23, la filosofia sarà la medesima: una barca agile, fresca che conserva una abitabilità concreta. In fase progettuale il Senses 09 lungo 27 metri. Tutte le unità saranno realizzate in composito, con un design originale il cui punto fermo è la vetrata che apre gli interni sul pozzetto a tutto baglio.

Scheda tecnica

Lunghezza fuori tutto: 21,50 m

Lunghezza al galleggiamento: 20,80 m

Baglio massimo: 6,10 m

Pescaggio: 1,25 m

Dislocamento a ½ carico: 37 ton

Dislocamento max: 41 ton

Motorizzazione: 2 X IPS 950 - 533 kW / 725 hp,

Serbatoio acqua: 1.500 lt

Serbatoio gasolio: 4.500 lt

Serbatoi acque nere-grigie: 430 +/-10 %

Velocità massima: circa 23.5 Knots

Velocità di crociera: da 14 / 16 knots

Autonomia: circa 520 NM a 16 Knots

Omologazione CE: CAT di progetto CE - A

Architettura Navale/Design: Ceccarelli Yacht Design

Cantiere costruttore: Senses Yachts.

www.sensesyachts.eu

I video di Vela e Motore

Guarda tutti i video di Vela e Motore >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove