14 febbraio 2020

SL96Asymmetric, più spazio a bordo

Dopo SL102Asymmetric, il primo yacht asimmetrico al mondo, presentato da Sanlorenzo lo scorso anno, il cantiere ha lanciato a Düsseldorf il nuovo SL96Asymmetric (29,6 metri di lunghezza). Alla base del progetto il car designer Chris Bangle, Bernardo Zuccon e Laura Sessa che firma gli interni

1/8

Con l’obiettivo di ottenere una maggiore fruibilità degli spazi interni e comunicazione con l’esterno, SL96Asymmetric ripensa il layout tradizonale di uno yacht, mantenendo il solo passavanti sul lato di dritta ed eliminando quello sinistro portato sul tetto della sovrastruttura consentendo, attraverso questa configurazione asimmetrica, di recuperare circa 10 metri quadrati di superficie a favore degli interni.

Se il lato di dritta un passavanti conduce dal pozzetto di poppa al living di prua, lungo il quale l’impavesata in corrispondenza del salone si apre per formare una terrazza, il lato di sinistra invece si presenta come quello di uno scafo wide body: la murata è infatti continua dalla linea di galleggiamento al fly poiché il passavanti, ricavato sul tetto fiancheggia allo stesso livello il flying bridge, per scendere nell’area dinette e prendisole di prua tramite una scala.

Sempre sul lato sinistro, all’altezza della zona dining, una parte della murata si abbassa elettricamente ampliando la vista sull’esterno. Il layout si rivela però solo a uno sguardo più attento: l’asimmetria di SL96A viene infatti dissimulata nel disegno delle murate, che riportano in entrambi i lati gli stessi segni, e nell’abile gioco di mascheramento del passavanti alto del lato sinistro protetto da un corrimano che si ritrova anche sul lato destro per il contenimento della zona prendisole ricavata sul tetto della sovrastruttura a prua della timoneria coperta.

Anche i due passaggi di accesso alla prua, quello di sinistra più alto e quello di dritta più basso, sono stati resi simmetrici, nell’asimmetria, con il gioco di chiaro scuri delle finestrature di prua e del tetto della sovrastruttura che richiede un occhio attento per decifrarne volumi, passaggi e movimenti.

1/8

Gli interni di Laura Sessa

Nel progetto emerge un grande senso di unione e coerenza grazie alla scelta materica e di finiture che si sviluppa in tutti gli ambienti. I colori sono quelli del Mediterraneo, segno distintivo dei progetti a firma dell’architetto Sessa. Punto di forza è il salone sul main deck che gode di un maggiore spazio interno: l’asimmetria ha infatti permesso di collocare, da un lato una sala da pranzo con vetrata a tutt’altezza che affaccia sul mare mentre dall’altra, a dritta, un salotto che si apre su un balcone. Questo ha consentito di sfruttare la luce che arriva dalle due vetrate laterali e dalla zona di poppa.

SL96Asymmetric offre quattro cabine con bagno: due ospiti e la Vip nel lower deck e una master nell’upper deck. Quest’ultima presenta la particolarità di svilupparsi su due livelli: sul main deck troviamo il bagno e la zona notte mentre il dressing, a vista, è nella parte ribassata della cabina, sfruttando tutta la luce che arriva dallo skylight. Il testaletto a listelli è stato disegnato per creare una connessione tra i due ambienti.

SL96Asymmetric monta 2 MTU da 1.947 cv oppure 2 MTU da 2.216 cv, la velocità massima è rispettivamente di 26 / 28 nodi e di crociera di 23 / 24 nodi.

www.sanlorenzoyacht.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove