Testa e cuore di ogni plancia: nel nuovo quartier generale di Navico

Siamo stati ad Alicante, dove Navico ha inaugurato il suo nuovo quartier generale, per provare 
 a bordo la gamma dei quattro brand del gruppo: Simrad, Lowrance, B&G e C-Map. Tutti accomunati da un solo obiettivo: rendere la navigazione smart, sicura e semplice

1 di 4
1/3

Quando si va in barca ogni diportista pretende una buona dose di sicurezza, quanto basta di intrattenimento e domotica, avere sempre sotto controllo tutti i parametri di bordo, la possibilità di sapere dove si trova e prevedere le rotte delle altre unità e, nel caso di un pescatore, avere un occhio anche sotto la chiglia, per stanare mangianze o possibili prede. Il tutto, ovviamente, nel modo più semplice possibile.

A queste esigenze, comuni al piccolo diportista come al comandante di un superyacht, risponde l’elettronica di bordo, ovvero tutta quella strumentazione che rende la barca “smart” e facile da gestire, cercando di riportare su una plancia di comando l’user-experience che ciascuno fa ogni giorno sul proprio smartphone e in autombile. Ci sono poi le esigenze dei cantieri, che hanno necessità di raggruppare il maggior numero di parametri, comandi e informazioni possibili in un unico strumento, che appaghi l’utente finale e che, soprattutto, sia semplice da usare. Questa è la mission di ogni azienda che si occupi di elettronica per la nautica.


Per scoprire come avviene questo processo siamo stati ad Alicante dove, oltre a visitare il nuovo quartier generale spagnolo di Navico, abbiamo potuto provare direttamente a bordo e con l’aiuto di tecnici e ambassador, le strumentazioni dei quattro brand del gruppo: Simrad, Lowrance, C-Map e B&G. Barche, condizioni e utilizzi diversi per giungere però sempre alla mission appena descritta.

1/3

Partiamo dagli entry level, come il Simrad NSX da 7 pollici installato, ad esempio, sul Quicksilver 605. Sapete usare uno smartphone? Allora saprete usare anche questo strumento, dove basta cliccare, scorrere il menù, trascinare le app sulla barra delle applicazioni e crearsi l’interfaccia migliore, nascondendo le funzioni meno utilizzate.

Si presenta migliorato, grazie all’aggiornamento del software, il radar Simrad HALO20+, che non solo segnala i “target” nelle vicinanze, ma studia anche il loro movimento, segnalando con colori diversi se si stanno allontanando o avvicinando dalla nostra unità, analizzando rotte e velocità. Il radar era installato su un Ranieri Voyager, equipaggiato anche con trasduttore xSonic Airmar B275LH-W e display multifunzione Simrad NSSevo3S da 9 pollici con carte C-Map Discover and Reveal.

Un “pacchetto” che permette al radar di monitorare due distanze diverse contemporaneamente, rilevare, monitorare le variazioni del meteo e gli stormi di uccelli, sintomo di possibili banchi di pesci. Gli schermi IPS SolarMAX garantiscono un’ottima leggibilità, anche sotto il sole e con occhiali dalle lenti polarizzate.


Simrad NSX 12 dispone anche dalla funzione “Axopar Experience User Interface”, riservata ai possessori di un Axopar, per gestire in modo semplice la barca, controllare i motori e i vari parametri e la parte di musica e intrattenimento. Provato su un Axopar 37, ci ha stupito per il suo “rilevatore di stress”: una sorta di semaforo semaforo fornisce in tempo reale un “giudizio” sullo stile di guida del pilota, segnalando che per gli ospiti la navigazione potrebbe non essere così piacevole, o addirittura poco sicura: dal verde, per un’andatura tranquilla, al rosso quando è il caso di togliere gas. Per il trasferimento di dati, aggiornamenti e mappe dite addio alle schedine SD: ora basta l’applicazione del telefonino per fare tutto.


Lowrance, con il suo Ultimate fishing sistem, migliora ulteriormente le funzioni per i pescatori, soprattutto sotto l’acqua. I vari strumenti sono dotati di HDS Live, la più ampia gamma di tecnologie Sonar, da alta, media e bassa frequenza, al CHIRP tradizionale, fino all’Actime Imaging 3in1, per un livello di visione estremamente dettagliata, grazie a SideScan, DownScan (per vedere sotto e intorno alla barca) e FishReveal, l’esclusiva tecnologia Lowrance che aiuta a riconoscere il pesce dalla sua forma e ne segue i movimenti con Active target.


Di B&G abbiamo provato Nemesis, la nuova generazione di display intelligenti per la navigazione a vela, che offrono una visibilità in qualsiasi situazione, con completa personalizzazione del layout e modelli multifunzione facili da usare. L’integrazione nel mondo vela prosegue anche con Command, sistema integrato che abbiamo visto a bordo del Grand Soleil 72 e permette una personalizzazione mai raggiunta prima: dal colore e design dell’interfaccia, alla customizzazione di icone e immagini, fino al numero di utenze collegate all’impianto a seconda delle esigenze di comandanti e armatori.

In sostanza Command è un’applicazione accessibile attraverso gli schermi multifunzione B&G installati su timonerie, carteggio ed eventualmente di un PC se presente a bordo. Il suo scopo è monitorare lo stato degli impianti come livelli dei serbatoi, tensioni degli apparati elettrici, pompe di sentina, illuminazione dei vari ambienti e soprattutto avere una diagnostica di quanto sta accadendo a bordo.

1/4

Ad agosto Brunswick Corporation ha annunciato la formazione di Navico Group, che ha sostituito l’Advanced Systems Group (ASG), che includeva i marchi storici Navico (Simrad Yachting, B&G, Lowrance e C-MAP). Il nuovo Gruppo Navico comprende numerosi marchi leader del settore che servono i mercati marittimo, camper, veicoli speciali e industriale, come Ancor, Attwood, B&G, BEP, Blue Sea Systems, C-MAP, CZone, Garelick, Lenco, Lowrance, Mastervolt, Marinco, MotorGuide, Progressive Industries, ProMariner, RELiON, Simrad e Whale.


«L’istituzione di Navico Group – dice Dave Foulkes, CEO di Brunswick Corporation - è il passo successivo nel consolidare la sua posizione di fornitore leader mondiale di sistemi e prodotti integrati per settori che vanno dalla nautica ai veicoli per il tempo libero e oltre». Questo nuovo assetto aiuterà a far “comunicare” tra loro, in termini di sistemi produttivi e industriali, brand e quindi accessori che verosimilmente si ritroveranno sulle stesse imbarcazioni.


Abbiamo potuto apprezzare le prime fasi di questo miglioramento al Cannes Yachting Festival, durante un press tour a bordo di modelli Fjord, Sea Ray, De Antonio e X-Yachts e, per la vela, Grand Soleil, Dufour e Hanse/Dehler, tutti equipaggiati con l’integrazione Navico. Il sistema Command offre un accesso comodo, esteticamente piacevole e intuitivo ai sistemi di bordo più comunemente utilizzati. Oltre a un software di gestione e comando integrato, infatti, ciascun cantiere gode di un’interfaccia con design e funzionalità personalizzate, per soddisfare i propri clienti e fornire un’esperienza utente in stile automotive.

1/5
1/3

In futuro il Navico Group, con il supporto dei gruppi Brunswick Boating e Mercury, sarà l’unica azienda di elettronica marina in grado di offrire pacchetti pre-integrati di soluzioni per qualsiasi cantiere. I costruttori potranno interfacciarsi con un unico fornitore per tutte le loro necessità di sistemi di navigazione, accessori e ricambi, quindi chiamare un unico numero per l’assistenza e la manutenzione, oltre a poter contare su un’integrazione che nasce già nella fase di ricerca e sviluppo di ogni prodotto.

Una sorta di cervello unico, in grado di integrare perfettamente tutti i brand del gruppo, per garantire al cantiere – e quindi al diportista – la migliore soluzione possibile sia in termini di prestazioni sia di supporto in tutte le fasi del processo di acquisto.

www.navico.com

1/2

I video di Vela e Motore

Guarda tutti i video di Vela e Motore >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove