04 marzo 2010

Tilli Antonelli lascia il timone di Pershing

Il presidente di Pershing s.p.a. ha rassegnato le dimissioni dopo un’offerta di acquisto pervenuta da un fondo e non accettata dal Gruppo Ferretti...

Tilli antonelli lascia il timone di pershing

Il presidente di Pershing s.p.a. ha rassegnato le sue dimissioni dopo un’offerta di acquisto pervenuta da un fondo europeo e non accettata dal Gruppo Ferretti.

 

Il Consiglio di Amministrazione di Ferretti s.p.a. ha declinato, in linea con il piano industriale del Gruppo per il triennio 2010-2012, l’offerta per la controllata Pershing s.p.a. ricevuta lo scorso 3 febbraio .

La notizia era stata divulgata dal giornale economico Milano Finanza, secondo cui la proposta sarebbe venuta da un importante fondo di private equity: si parla di Ergon Capital, controllato da Groupe Bruxelles Lambert e da Parcom Ventures, e dell'olandese H2 Equity Partners.

Questa decisione, precisa il Gruppo Ferretti, è stata presa in considerazione della rilevanza strategica del marchio, dell’importanza dell’unità produttiva di Mondolfo (provincia di Pesaro Urbino), del valore tecnico e umano del personale. Pershing è infatti uno dei brand su cui Ferretti intende puntare con decisione per il rilancio sui mercati internazionali.

Non condividendo tale scelta, il presidente di Pershing s.p.a., Tilli Antonelli, ha rassegnato le sue dimissioni dagli incarichi societari.

Nei giorni scorsi il gruppo di Forlì aveva ceduto il 100% dello storico marchio Apreamare alle famiglie Aprea-Pollio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove