Varata una nuova unità della serie Maiora 30

È scesa in acqua venerdì scorso una nuova versione di Maiora 30, modello che ben interpreta questi concetti di vivibilità e socialità a bordo

1/3

Maiora è il marchio di Next Yacht Group dei flybridge dagli spazi di bordo sorprendenti, dove godersi la navigazione o la rada in costante interazione con luce ed in intima connessione con il mare, circondati dal linguaggio universale e senza tempo dell'eleganza. Grazie alla possibilità unica di configurare la propria barca attraverso opzioni “modulari strutturali”, con specifiche soluzioni funzionali, l’Armatore ha a disposizione un’imbarcazione estremamente versatile, che gli regala la massima flessibilità nel declinare la vita in rada così come quella più social in maniera esclusiva ed in linea con il proprio stile ed esigenze.

È scesa in acqua venerdì scorso una nuova versione di Maiora 30, modello che ben interpreta questi concetti di vivibilità e socialità a bordo. Con i suoi 30,5 mt di lunghezza, 7,5 mt di larghezza e le sue altezze interponte, il Maiora 30 offre superfici ed imponenti volumi che sono i più alti della categoria, ovunque. La sensazione è pertanto quella di essere a bordo di un’imbarcazione molto più grande, e questo la rende unica sul mercato.

Questa unità è nella versione “walkaround”: a vocazione decisamente mediterranea, regala agli ospiti a bordo la possibilità di camminare sul fly da una parte all’altra, in totale continuità, grazie a corridoi laterali ed ampie superfici esterne, senza impedimenti strutturali. Ed infatti il fly è uno dei suoi punti di forza: un’area en-plein air che da prua a poppa misura circa 120 metri quadri. Altra caratteristica è la poppa: una vera “terrazza” direttamente sul mare, collegata al salone da una porta che si apre e scompare totalmente così da creare un unico ambiente. Pochi gradini e si arriva alla beach area, un’ampia area prendisole completamente attrezzata e pronta da vivere: in un attimo ci si tuffa o si mettono in acqua i water toys.

Il garage è laterale ed alloggia un tender di più di 6 metri – ancora dimensioni uniche per la categoria – ed ogni possibile toy nei più di 2 metri di altezza. A prua, celati alla vista, un altro garage per un jet ski “full size” manovrabile tramite una gru nascosta ed un gavone alto quasi 2 metri, con doppio accesso, dove ospitare e nascondere ogni attrezzatura di marineria: finalmente è possibile finalmente vivere gli esterni dell’imbarcazione senza ostacoli.

Due MAN 12V 2000 da 2000 Hp ciascuno la spingono ad una velocità massima di 23 nodi, stabile e confortevole a bordo grazie agli stabilizzatori zero speed che funzionano sia in navigazione sia all’ancora.

Il salone sul ponte principale è un vero e proprio loft sul mare, con mobili e arredamenti provenienti dalle ultime collezioni dei più prestigiosi brand italiani degli arredi di lusso. Letteralmente inondato di luce naturale, è collegato direttamente al pozzetto di poppa grazie ad una porta totalmente a scomparsa, dando vita ad un enorme open space armonioso. A prua la ampia cabina Armatore, con bagno quasi a tutta larghezza e gli spazi per ospitare quanto necessario per vivere e sentirsi a casa anche durante lunghe crociere.

Sempre sul ponte principale, un day-head e la galley. È un modello RPH, per cui ha la plancia di comando rialzata. Il ponte sottocoperta ospita quattro cabine, facilmente riconfigurabili secondo lo stile di vita di Armatore e suoi ospiti. Gli alloggi dedicati al crew hanno una dinette, un’area di servizio e 3 cabine per ospitare fino a cinque persone

In banchina a Viareggio, accanto all’AB100 e all’AB80, pronte a partire, ora c’è anche questo nuovo Maiora 30, che presto inizierà a navigare il Mediterraneo col suo nuovo Armatore.

www.nextyachtgroup.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove