10 December 2020

Varato il primo X56 di X-Yachts

Una volta terminate le prove in mare la barca tornerà in area assemblaggio per la finitura degli interni e sarà quindi preparata per la presentazione in prima mondiale presso lo Show room di X-Yachts.

1/6

Nel tardo pomeriggio di Giovedì 26 novembre, nelle fredde anse del fiordo di Haderslev, il primo esemplare di X56 ha toccato l'acqua. Un esperto team di designer ed ingegneri ha eseguito un attento controllo dell'impiantistica, di tutta l'attrezzatura ed ha effettuato l'alberamento dell'imbarcazione. Una volta terminate le prove in mare la barca tornerà in area assemblaggio per la finitura degli interni e sarà quindi preparata per la presentazione in prima mondiale presso lo Show room di X-Yachts.

Con l'introduzione di X-65 nel 2007, X-Yachts ha iniziato a costruire alcuni scafi utilizzando la tecnica dell'infusione sottovuoto con resina epossidica per realizzare i propri yacht performanti, dal 2018 in poi con oltre 10 ann di esperienza alle spalle, X-Yachts diecide di estendere questa tecnica per la realizzazione di tutta la gamma.

La laminazione a infusione sottovuoto, di resina epossidica offre il pieno controllo del ciclo produttivo, ottimizzando il risparmio di peso, pur garantendo robustezza e rigidità. Il tutto è rifinito con una seconda cottura in forno a 70°.

Nell X56 il peso del bulbo rappresenta il 40% del dislocamento dell'imbarcazione, l'importante raddrizzamento aumenta la stabilità dello yacht, consentendo all'equipaggio di trascorrere momenti di relax, immersi nel comfort e in totale sicurezza.

Questa nuova generazione di moderni performance-cruisers unisce le larghe e profonde sezioni della linea Xc all' efficienza della linea Xp. Le linee dello scafo disegnano uno spigolo nelle sezioni poppiere che svanisce verso prua, aumentando la stabilità di forma nell'andatura di bolina e creando allo stesso tempo ampi spazi per le cabine di poppa.

Novità di questo modello è il flesso di prua che raccorda elegantemente il dritto con la lunga delfiniera, permettendo inoltre di spostare più a prua l'avvolgifiocco e di scostare maggiormente dallo scafo l'ancora.

X56 è uno scafo votato all' easy sailing. Tutte le manovre sono rinviate nella parte poppiera del pozzetto, vicino alle timonerie. Avvolgificocco e rotaia fiocco autovirante sono dotazioni standard. Per le navigazioni più impegnative avvolgifiocco e strallo di trinchetta possono essere elettrificati.

Otto differenti lay-out interni differenziano questo nuovo 17 mt, nel quale gli ambienti dalle linee pulite e senza tempo, tipiche dei designer danesi, risultano allo stesso tempo eleganti e molto funzionali.

Alla versione tre cabine e due o tre bagni, con cabina marinaio, si può accostare la cucina a isola o la più tradizionale cucina a "U", mentre l'armatore potrà scegliere tra la cabina di prua con letto centrale o il letto a paratia.

Tre le versioni dei legni interni: Pacific, Baltic e Mediterranean tutte perfettamente illuminate dai 18 oblò apribili di serie.

www.x-yachts.com


Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove