19 August 2020

Vela e Motore di agosto/settembre è in edicola!

Il nuovo numero di Vela e Motore è dedicato ai prossimi saloni autunnali di Cannes, Genova e alle novità in esposizione

Sfoglia il numero di agosto / settembre!

Editoriale

Quando Genova ce la mette tutta - di Alberto Mariotti

Meno di due anni. È il tempo trascorso tra il crollo del ponte Morandi, il 14 agosto 2018, e l’inaugurazione, il 3 agosto scorso, del Ponte di Genova San Giorgio, così è stato ribattezzato l’ex Viadotto del Polcevera, invocando il simbolo della città, quello scudo crociato cui erano legate anche le gesta della città tra le Repubbliche Marinare. Sono 720 giorni. Un tempo da record che esprime un orgoglio genovese e nazionale: «Genova è la dimostrazione che il nostro Paese sa rialzarsi e sa tornare a correre», ha detto il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte durante la cerimonia di inaugurazione.

Sempre a Genova, dal 1° al 6 ottobre si aprirà il 60° Salone Nautico, un altro traguardo di cui essere orgogliosi. E lo stesso Conte ha citato proprio fiere e convegni nel nuovo Dpcm come uno dei pilastri per far ripartire l’economia italiana.

Contiamo che venga risolto il nodo dell’estensione anche al leasing nautico del nuovo meccanismo di calcolo dell’imponibile IVA previsto per il noleggio, un provvedimento della Commissione Ue per gli stati mediterranei, al momento disinnescato da Confindustria Nautica che ne ha ottenuto il rinvio a novembre. Il Presidente Saverio Cecchi ha ricordato che «il leasing rappresenta lo strumento con cui il nostro comparto industriale realizza oltre il 90% del proprio fatturato. Così, appena messo riparo il segmento del noleggio da una grave distorsione del mercato, perpetrata dall’Italia a danno delle imprese italiane, rischiamo di creare una situazione analoga per la compravendita di unità da diporto, settore in cui l’Italia ha la leadership mondiale».

Tornando al Nautico, essere a Genova per poter fare il nostro lavoro, al servizio di voi lettori e appassionati di mare, è un privilegio. Ci troverete allo stand di Vela e Motore, come sempre, mentre il Premio Barca dell’Anno abbiamo deciso di rimandarlo al 2021, non sarebbe stata un’edizione equa: alcuni cantieri saranno nelle condizioni di esporre o presentare novità. E ora la passione che ci accomuna: le barche. È il momento giusto per iniziare a sognare. Potete farlo grazie a questo numero doppio, diviso tra vela e motore, con due suggestive copertine e la presentazione di 160 modelli nuovi tra superyachts, imbarcazioni tra 10 e 24 metri, gommoni, natanti, multiscafi e barche a propulsione elettrica. Per la prima volta l’editoriale è “a specchio”, vogliamo dare lo stesso messaggio e riflettere le vostre passioni. Non importa se vi piace andare a vela, fare raid in gommone, campeggio nautico in deriva o sprofondare nel prendisole di un fly: fatevi sentire, raccontateci le vostre navigazioni e vacanze attraverso i social, taggateci. Non vediamo l’ora di ascoltarvi. E per servirvi ancora meglio abbiamo iniziato a realizzare dei super video durante le prove con l’aiuto del drone. Il primo è già online su sito e canali social. Non perdetevelo.

Buon vento e buona lettura!

Contenuti

Il nuovo numero di Vela e Motore è dedicato ai prossimi saloni autunnali di Cannes e Genova e alle novità in esposizione. Vi presentiamo infatti tutte le barche per la prossima stagione, molte saranno già in acqua, altre lo saranno a breve. Con l’ormai tradizionale formula del magazine diviso tra sezione a vela e motore, troverete le schede di tutte le novità divise tra imbarcazioni, multiscafi, natanti, modelli a propulsione elettrica, superyacht, elettronica, motori e impianti. Una guida concreta per chi è già a caccia della nuova barca.

Non mancano le prove: nella sezione vela troverete il Beneteau Oceanis 54, il nuovo 17 metri per la crociera del cantiere francese si distingue per il comfort in coperta e la luminosità degli interni. Con il sistema automatico Harken può virare da solo e non sbandare oltre un limite personalizzabile. Lo Swan 48 è un connubio perfetto tra prestazioni e stile. Dedicato alla crociera, con gli optional giusti non disdegna regate in classe Orc o Irc. E infine il Moody 41 DS, terzo arrivato nella gamma Deck Saloon del cantiere Moody. Una barca che fa del comfort e della sicurezza in navigazione le sue doti miglior​i.

Da non perdere due avvincenti interviste: la prima al giornalista e fumettista Davide Besana che ci racconta la genesi del suo ultimo libro: Vela, istruzione per l’uso. Ironia e quarant’anni di regate sono alla base di questo divertente manuale per imparare ad andare in barca. La seconda al norvegese Knut Frostad, un passato come velista oceanico e skipper e oggi Ceo di Navico, azienda leader per l’elettronica da diporto con i brand Simrad, Lowrance e B&G. Ci racconta come la multinazionale ha affrontato l’emergenza sanitaria e le prospettive per il futuro.

Nella sezione a motore ecco lo splendido Azimut Magellano 25 che ha il merito di portare l’arte a bordo grazie all’avvincente collaborazione con l’artista Vincenzo De Cotiis e i suoi accostamenti tra materiali molto diversi tra loro. Il De Antonio D34 Open è un concentrato di soluzioni geniali che elevano il comfort dei suoi ospiti all’ennesima potenza. Con due Mercury Verado da 300 cv tocca i 43 nodi di massima. E infine il Beneteau Flyer 10, il più grande della famiglia si distingue per gli spazi sottocoperta, dove ospita fino quattro persone, e la versatilità degli esterni. Con due Suzuki da 350 cv abbiamo sfiorato i 43 nodi. Un battello per le uscite in giornata che si distingue per le capacità della carena e la versatilità dello spazio in coperta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove