Velar 70, la crociera in business class

Valerio Rivellini firma il nuovo concept di Velar 70. Lungo 21,50 metri dal design interno minimalista e raffinato, è pensato per godersi i piaceri della navigazione

1/8

I punti di forza sono l’unione delle caratteristiche di un’imbarcazione a motore e di una a vela e si contraddistingue per gli spazi comodi e ampi all’aperto e da un design essenziale e raffinato all’interno. I grandi timoni a ruota danno all’armatore la sensazione di guidare una barca a vela, mentre la possibilità di condurre lo yacht in sicurezza e al coperto è fornita dalla postazione di guida all’interno della tuga, dotata di joystick.

La tuga è caratterizzata da vetrate che scompaiono completamente rendendo la barca un open puro dotato di T-top.

Negli interni quattro cabine per un totale di otto posti letto: una vip a prua, un’armatoriale dotata di salotto vista mare a poppa, e, infine, le due classiche doppie per gli ospiti. Tutti gli ambienti sono ampi e dotati delle comodità previste per lunghe permanenze a bordo.

La motorizzazione è affidata a una coppia di Volvo Penta IPS 650, per una velocità di crociera intorno a 16 nodi.

A proposito dei materiali Rivellini ha commentato: “A seconda delle funzioni e delle caratteristiche richieste saranno usati i materiali opportuni: dalla vetroresina al carbonio, dall’acciaio all’alluminio, dalla pelle al vetro. Scopo fondamentale è quello di puntare alla leggerezza, alla miglior efficienza e al minor peso possibile. L’utilizzo di materiali riciclabili e la scelta di impiegare motori piccoli, con una riduzione del consumo, sono inoltre dettati dall’attenzione verso l’impatto ambientale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove