27 ottobre 2019

Venezia, camminare sull’acqua

La città sull’acqua più affascinante del mondo si appresta ancora una volta ad accogliere nella sua laguna quello che è ormai diventato un moderno simbolo della collettività: il ‘ponte galleggiante’. Due gli appuntamenti il 27 ottobre con la Venice Marathon e il 31 con il collegamento al cimitero dell’isola di San Michele

1/2

Il primo appuntamento è per domenica 27 ottobre per la 37° Venice Marathon: un percorso di 42 km che dalla Riviera del Brenta arriverà nel cuore della città a Riva dei Sette Martiri, durante il quale i partecipanti potranno provare l’emozione di correre letteralmente sull’acqua grazie a un attraversamento galleggiante lungo quasi 170 metri installato fra Punta Dogana e San Marco.

Solo pochi giorni dopo in laguna nord, fra le Fondamente Nove e l’Isola di San Michele gli stessi moduli galleggianti faranno rivivere un’altra importante tradizione veneziana che ormai solo i più anziani ricordano poiché abbandonata nel 1950 e che nei giorni della commemorazione dei defunti vedeva la popolazione recarsi in pellegrinaggio al cimitero utilizzando un vecchio ponte di barche.

Il 31 ottobre verrà infatti inaugurato il nuovo ponte galleggiante che sarà attivo fino al 10 novembre e consentirà di raggiungere a piedi l’isola che fin dal 1807, su volere di Napoleone, accoglie le spoglie dei veneziani e dei tantissimi illustri personaggi che hanno caratterizzato la storia e la cultura della Serenissima.

Con l’aggiunta di nuovi moduli galleggianti a quelli dei ponti del Redentore e della Salute, il nuovo attraversamento raggiungerà la ragguardevole distanza di quasi 410 m e congiungerà le sponde dell’Isola di San Michele con le Fondamenta cittadine senza paralizzare il traffico acqueo, grazie a un varco sopraelevato per il passaggio delle imbarcazioni alto 3,5 m e largo 10 m.

www.ingemar.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove