di Alberto Mariotti - 26 febbraio 2020

Test X-Yachts X40 vincitore dell'European Yacht of the Year: come naviga, pregi e difetti

Ha vinto il premio European Yacht of the Year nella categoria Performance Cruiser. si distingue per versatilità, costruzione e doti marine. Ha layout interni a due o tre cabine

Solidità. Basta una parola per riassumere le doti dell’X40. Solidità di costruzione, nelle prestazioni, nelle linee, che non sono estreme e anche nel cantiere. Fondato nel 1979 dai fratelli Lars e Niels Jeppesen insieme a Birger Hansen, X-Yachts costruisce barche da quarant’anni, ne ha varate circa 6.000 “e nessuna ha mai perso una chiglia”, ci tiene a precisare il Ceo, Kræn Brinck Nielsen.

Avevamo già navigato con la barca ad Aarøsund, in Danimarca (la prova è pubblicata nel numero di ottobre 2019, con tanto di copertina), ma grazie alla nomination, e alla successiva vittoria, nella categoria Performance Cruiser dell’European Yacht of the Year, abbiamo avuto la fortuna di farci un secondo giro. Questa volta siamo a Port Ginesta, in Mediterraneo, in condizioni ben più favorevoli e divertenti di quelle trovate in Danimarca. Insieme a noi c’è sempre il Ceo in persona, che non perde l’apprezzabile abitudine di accompagnare la stampa durante le prove delle “sue” imbarcazioni.

X Line completata!

L’X40 è arrivato proprio in occasione dell’anniversario dei 40 anni di attività: la scelta della taglia e quindi del nome non è casuale. La barca fa parte della gamma X di cui è l’entry level e che è composta dai modelli X43, X46, X49 e X65. Rispetto all’X43 (la nostra prova è su Vela e Motore 07/2017) è un metro più corto, ha un layout simile, ma senza il secondo bagno nella cabina di prua e costa circa 40 mila euro in meno: 268.400 euro + Iva. Nel prezzo sono comprese dotazioni spesso considerate optional dagli altri cantieri.

Qualità X-Yachts

A far parte di quello che X-Yachts definisce Quality Pack (dotazioni comprese nel prezzo base) c’è anche la gabbia di acciaio galvanizzato che dal 1981 alloggia in tutti gli scafi. La sua funzione è distribuire carichi e shock provenienti da albero e chiglia. Viene posata quando lo scafo è ancora nello stampo insieme al ragno di rinforzo, insieme impediscono deformazioni e torsioni in fase di costruzione e rendono la barca più solida e rigida in navigazione.

Serbatoi di acqua e carburante sono lontani dalle estremità per tenere i pesi centrali e più bassi possibile. Una scelta che migliora le capacità di navigazione riducendo la tendenza dello scafo a sbattere e affondare la prua nell’onda.

Altre dotazioni comprese sono la costruzione dello scafo in sandwich con infusione di resina epossidica e post cura in forno, chiglia di piombo a T da 2,10 metri, quattro winch Harken Performa 40.2 STP per randa e drizze, àncora Bruce da 13 kg con 30 metri di catena, elica a due pale abbattibili, cassa per le acque nere da 40 litri, top in Corian per la cucina, luci di navigazione a Led e molto altro. Le prime dieci barche sono state costruite con il layout a due cabine e un bagno, il migliore secondo noi, viste le generose dimensioni del bagno e del gavone, accessibile sia dal pozzetto che dallo stesso bagno.

1/6

Sfioriamo 10 nodi con il code 0!

Siamo sullo stesso scafo che avevamo provato in Danimarca, il primo X40 a essere varato, una versione full optional con teak, albero di carbonio, sei winch e vele performanti Elvström. Rispetto alla prima uscita la barca è stata però modificata: la pala del timone dal profilo diverso, più efficace e morbida con vento forte.

Per ogni modello nuovo, dopo le prime tre barche prodotte X-Yachts ferma infatti la produzione per raccogliere commenti e critiche dalle prime prove e apportare le dovute modifiche prima di iniziare la costruzione in serie. Così attrezzato l’X40 è una barca per la crociera veloce e qualche regata di circolo, mentre per chi vuole fare più sul serio tra le boe c’è la gamma Xp che continua a far bene il suo dovere: all’ultimo mondiale ORC a Sebenico, in Croazia, due Xp 44 si sono aggiudicati i gradini più alti del podio nella classifica overall Corinthian, dedicata ai team di velisti non professionisti.

A bordo siamo in quattro e c’è una bella brezza tra i 12 e i 14 nodi con mare poco mosso. Partiamo subito issando il Code 0, con il quale teniamo una media fissa tra 8 e 8,5 sfiorando addirittura i 10 nodi sotto raffica. Di bolina invece navighiamo tra 7 e 7,5 nodi, con un angolo al vento di circa 45 gradi, confermando le buone capacità di questo modello. Sul ponte di coperta spiccano i due winch Harken Performa 40.2 STP per la scotta della randa (che ha il circuito alla tedesca): sistemati a poppa dei paramare, sono leggermente incassati, una soluzione che potrebbe non convincere tutti. In realtà utilizzandoli non ci sono sembrati scomodi e si erano comunque già visti a bordo dell’X43.

In definitiva l’X40 è una barca che convince per versatilità e doti marine: naviga bene, è sicura con vento forte, permette crociere veloci e nella sua versione più spinta anche qualche piccola regata; ha interni comodi (meglio la versione a 2 cabine) e una costruzione che insieme all’approccio del cantiere sulla qualità fanno dormire sonni tranquilli.

Magari manca quel guizzo sul design ed è molto simile alle altre della linea X, ma è proprio questa la forza: barche solide, ben costruite, che vanno bene con poco e tanto vento, per armatori esperti e per quelli alle prime armi. E c’è un grande richiesta di mercato per barche del genere. Non costa poco, ma il prezzo è giustificato dall’ottimo livello generale. E a proposito, se siete appassionati del cantiere, avete un X-Yachts o siete solo curiosi non lasciatevi sfuggire il libro che racconta la sua storia in vendita sul sito www.x-yachts.com.

1/7

Scheda tecnica

Prezzo di listino

Euro 268.400 Iva esclusa, f.co cantiere con Yanmar 3MY30AE 29 cv.

I dati

Lunghezza f.t. con bompresso std/opt m 11,92/12,09

Lunghezza scafo m 11,50

Lunghezza al gall. m 10,40

Larghezza m 3,81

Pescaggio std/opt m 2,10/2,30

Dislocamento a vuoto kg 8.100

Zavorra kg 3.075

Superficie velica tot. mq 78

Serbatoio acqua lt 270

Serbatoio carburante lt 200

Motore Yanmar 3MY30AE 29 cv

Omologazione CE categoria A

Progetto Niels Jeppesen e X-Yachts

Indirizzi

X-Yachts, Danimarca. In Italia: X-Italia, Chiavari (GE), tel. 0185 308615.

Piano velico

Randa mq 47, fiocco autovirante 88% mq 31, genoa optional 108% mq 37, spi asimmetrico mq 130. Misure piano velico: I m 16,60, J m 4,33, P m 15,55, E m 5,24.

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime prove