x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

America's Cup Qualifiers, Oracle ancora davanti alla fine del Round Robin 1

29 maggio 2017
di Alberto Mariotti
America's Cup Qualifiers, Oracle ancora davanti alla fine del Round Robin 1
Finito il primo Round Robin delle Louis Vuitton America’s Cup Qualifiers, il Defender Oralce Team Usa guida la classifica con 5 punti davanti ad Emirates Team New Zealand con 4 punti e gli inglesi di Land Rover Bar con 3 punti

Grandi sorprese durante il terzo giorno di regate delle Louis Vuitton America’s Cup Qualifiers: Groupama Team France ha infatti battuto Land Rover Bar mentre ha incassato duramente nell'ultima prova contro i giapponesi di SoftBank Team Japan guidati da Dean Barker. Una regata senza storia, persa subito a causa di una partenza molto lenta. I giapponesi hanno tagliato il traguardo velocissimi e per Cammas non c'è stato nulla da fare.
Tesissima e spettacolare la regata tra Artemis Racing ed Emirates Team New Zealand, con continui capovolgimenti di fronte. Quando le cose sembravano fatte e la vittoria di Artemis ormai sicura, è arrivata la penalità contro gli svedesi all'ultima boa girata, sembra, senza dare acqua ai kiwi che erano mure a dritta ma molto lenti. Artemis, lanciata sul traguardo, ha dovuto rallentare e far passare il team neozelandese che ha guadagnato così la seconda posizione in classifica generale dietro al Defender Oracle Team Usa. Qualche ora più tardi lo stesso giudice di gara ha ammesso l'errore, la penalità non andava data.
Stasera iniziano le regate del secondo Round Robin e Artemis regaterà di nuovo contro Emirates Team New Zealand.
Le regate sono sempre molto aperte e basta un salto di vento, una manovra sbagliata o una penalità per perdere tutto il vantaggio e trovarsi dietro. I francesi, dati per grandi sfavoriti, stanno dando filo da torcere ai giapponesi di SoftBank Team Japan e al momento la classifica, nella parte bassa, è ancora molto aperta a tutte le situazioni.

Classifica Louis Vuitton America’s Cup Qualifiers

Vittorie Sconfitte LVACWS * Punti TOT
Oracle Team Usa 4 1 1 5
Emirates Team New Zealand 4 1 0 4
Land Rover Bar 1 4 2 3
Artemis Racing 2 3 0 2
SoftBank Team Japan 2 3 0 2
Groupama Team France 2 3 0 2
Note: * punti guadagnati durante il circuito Louis Vuitton America’s Cup World Series

Programma regate martedì 30 maggio

- Race 13 ore 19:08 Emirates Team New Zealand VS Artemis Racing
- Race 14 ore 19:37 Groupama Team France VS Oracle Team Usa
- Race 15 ore 20:06 Artemis Racing VS Land Rover Bar

In Italia, le dirette delle regate sono visibili solo su Mediaset Premium che ha acquistato i diritti televisivi. Tutto il programma di regate è visibile a questo link.

Il percorso di regata

America's Cup Qualifiers, Oracle ancora davanti alla fine del Round Robin 1

Qualifiers e Playoffs: il viaggio verso l'America’s Cup Match

America's Cup Qualifiers, Oracle ancora davanti alla fine del Round Robin 1

- Louis Vuitton America’s Cup Qualifiers
- Louis Vuitton America’s Cup Challenger Playoffs
- America’s Cup Match

Sono queste le tre fasi che compongono questa 35° edizione dell’America’s Cup che si sta svolgendo a Bermuda.

Alla prima fase partecipano i cinque sfidanti e – grande novità – anche il Defender Oracle Team Usa: è composta da due Round Robin durante i quali ogni team regaterà contro tutti gli altri team due volte, guadagnando un punto per ogni regata vinta. Alla fine dei Round Robin, il team in ultima posizione verrà eliminato e i primi quattro avanzeranno alla fase successiva, gli America’s Cup Challenger Playoffs.
Se il vincitore di queste Qualifiers dovesse arrivare all’America’s Cup Match, inizierà la finale con 1 punto di vantaggio e costringerà gli avversari a dover vincere 8 prove per portarsi a casa la Coppa: la vincerà infatti il primo team a guadagnare 7 punti. Durante i Playoffs, il Defender uscirà di scena (lo rivedremo solo in Finale il cosiddetto America’s Cup Match, la vera e propria Coppa America) e regateranno solo i quattro sfidanti “sopravvissuti” alle Qualifiers. Da notare che Oracle Team Usa e Land Rover Bar hanno iniziato la prima fase con, rispettivamente, 1 e 2 punti di vantaggio sugli altri grazie ai risultati ottenuti durante il circuito Louis Vuitton America’s Cup World Series vinto da Land Rover Bar davanti a Oracle Team Usa, secondo.

I primi quattro sfidanti delle Louis Vuitton America’s Cup Qualifiers si sfideranno nei Louis Vuitton America’s Cup Challenger Playoffs semi-finals. Ognuna delle due semi-finali si correrà al meglio delle cinque regate e i due vincitori si sfideranno nella Louis Vuitton America’s Cup Challenger Playoff final per determinare chi andrà a sfidare il Defender Oracle Team Usa nella 35° America’s Cup Match.

I cinque sfidanti

Emirates Team New Zealand - skipper Peter Burling (NZ)
È il team favorito alla vittoria di Qualifiers e Playoffs e un serio candidato anche alla vittoria della Coppa America contro il Defender Oracle Team Usa. I kiwi sono un team unito e molto forte, guidato in acqua dallo skipper Peter Burling e a terra da gente del calibro di Grant Dalton e l’italiano Max Sirena (ex skipper di Luna Rossa). Sono rimasti ad allenarsi nelle acque di casa fino all’ultimo momento possibile e hanno tirato fuori l’idea dei ciclisti al posto dei grinder, una soluzione che permette di sviluppare una potenza maggiore per il controllo dei sistemi idraulici di bordo.

Land Rover Bar - skipper Sir Ben Ainslie (UK)
Guidato dal grandissimo Sir Ben Ainslie, il team inglese sogna di riportare la Coppa dove nacque nel 1851. Il timoniere inglese, vincitore di cinque medaglie olimpiche, era a bordo del di Oracle Team Usa quando nel 2013 vinse la Coppa dopo la clamorosa rimonta ai danni di Emirates Team New Zealand, allora guidata da Dean Barker. Del team di design fa parte gli italiani Mario Caponnetto e Matteo Ledri. Voci di banchina riportano un certo ritardo nello sviluppo dei foil, ma le prime regate hanno mostrato un team tutt’altro che lento e molto preparato.

Artemis Racing - skipper Nathan Outteridge (AUS)
Alla sua seconda Coppa, il team svedese ha numeri che impressionano: i suoi velisti hanno partecipato a 12 campagne di Coppa e a 21 Olimpiadi vincendo 11 medaglie di cui 7 d’oro. Al timone c’è l’australiano Nathan Outteridge aiutato dal tattico inglese Ian Percy. Nel team c’è il nostro Francesco Bruni, anche lui con il ruolo di timoniere, anche se poi in regata il posto è di Outteridge. Gli svedesi sono forti e non dovrebbero avere problemi a superare questo primo turno di Qualifiers.

SoftBank Team Japan - skipper Dean Barker (NZ)
Team “satellite” di Oracle Team Usa, è guidato dal neozelandese Dean Barker, per anni skipper del team di casa è saltato a bordo della sfida giapponese dopo aver perso la Coppa nel 2013 contro Oracle. Il team usa gli stessi materiali degli americani, quindi sulla carta è forte ma l’equipaggio ha bisogno ancora di rodaggio. Nella fila di SoftBank c’è anche Chris Draper e Luke Payne, due velisti molto forti (il primo era con Luna Rossa nel 2013).

Groupama Team France - skipper Franck Cammas (FRA)
Sulla carta è il team più indietro con la preparazione e lo sviluppo dell’equipaggio. Non è un mistero che per i francesi questa sia un’edizione di transizione per poi tornare con ben altri obiettivi alla prossima Coppa. Lo skipper è il mitico Franck Cammas, velista d’estrazione oceanica che ha vinto di tutto a bordo dei più grandi trimarani oceanici. Un team comunuqe affiatato, tutto francese e che non ha nulla da perdere. Faranno di tutto per non sfigurare e magari regalare qualche sorpresa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta