x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Guida all’ormeggio, la manovra perfetta

6 agosto 2015
Guida all’ormeggio, la manovra perfetta
Andare all’ormeggio in una giornata ventosa, magari in spazi ristretti, è uno dei momenti più impegnativi di qualunque navigazione. Richiede esperienza...

Guida all’ormeggio, la manovra perfetta

Andare all’ormeggio in una giornata ventosa, magari in spazi ristretti, è uno dei momenti più impegnativi di qualunque navigazione. Richiede esperienza, organizzazione a bordo, un po’ di conoscenza delle leggi fondamentali dell’idrodinamica, e soprattutto tanta calma. In questo servizio vi spieghiamo come evitare gli errori più comuni per arrivare in banchina in piena sicurezza e senza stress.

 

- La barca e il suo comportamento Ogni barca ha il suo comportamento, influenzato da alcuni aspetti geometrici di forma di carena, sovrastrutture, motore e tipo di trasmissione. In una barca a vela tradizionale lo skeg, la pala del timone piccola e l’asse dell’elica sono elementi che incidono negativamente sul comportamento della barca in retromarcia. Nelle imbarcazioni a motore la presenza di una chiglia centrale, molta sovrastruttura esposta al vento e pochi volumi a prua possono essere vincolanti, soprattutto se si dispone di un solo propulsore.

 

- La preparazione...

- Tipi di ormeggio...

- Uscire dal porto...

- Cime e molle, come sceglierle...

- I nodi giusti per l’ormeggio giusto...

 

L’articolo completo nel numero di marzo 2010 di Vela e Motore. Telefona allo 02 38085402 o scrivi a arretrati@edisport.it per richiedere il fascicolo arretrato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta